Ultime notizie

NEWS

Digitale per abbattere la disoccupazione in Kenya

Governo si affida a piattaforme online per sistemare 1 milione di giovani

22-09-2020 di Freddie del Curatolo

Il Governo del Kenya si lancia sul digitale per risolvere il problema della disoccupazione giovanile nel Paese. Il Ministro della Tecnologia con delega per i Giovani, Joe Mucheru, ha presentato un programma in via di definizione che coinvolgerà le istituzioni educative e le aziende locali per aiutare a colmare il divario di disoccupazione attraverso un programma digitale.
Con questo progetto, sviluppato dalla piattaforma Ajira Digital, il Governo si augura di trovare lavoro ad un milione di giovani attualmente disoccupati o che stanno per fare il loro ingresso nel mondo del lavoro, dopo il tribolato e quasi totalmente cancellato anno scolastico precedente.
La piattaforma Ajira Digital si propone di trovare lavoro con un salario decente ogni anno ad almeno la metà di coloro che lo richiederanno online e di semplificare i processi di tirocinio ed assunzione.  
Mucheru ha dichiarato che il programma Ajira ha finora trovato lavoro al 49% dei tirocinanti che si sono proposti alla piattaforma e punta ad arrivare al 67%.
Il Ministro ha puntato anche il dito sulla pandemia la pandemia di Covid-19 che ha aumentato la disoccupazione giovanile nel Paese, con gravi ripercussioni sull'economia e sul sociale.
“La pandemia del Coronavirus ha avuto un impatto negativo su una situazione che era già comunque grave – ha dichiarato Mucheru - abbiamo circa un milione tra diplomati e laureati che vorrebbero entrare nel mercato del lavoro ogni anno, eppure la nostra economia non riesce a creare abbastanza posti di lavoro per accoglierli”.
Dall’altra parte, le agenzie che cercano impieghi ai richiedenti, specie online, nascono come funghi: le più importanti sono Brighter Monday, Onyesha, Kazi Remote, TrueLink e iBuild.
Muchiru le ha pubblicamente elogiate per il loro lavoro.
La piattaforma Ajira Digital invece sta attualmente lavorando con Kenya Private Sector Alliance (KEPSA) e con l'Istituto di Formazione Tecnologica eMobilis, con il sostegno della “MasterCard Foundation's Young Africa Works” per aiutare i giovani a trovare lavoro.
KEPSA ha contribuito alla creazione di posti di lavoro sia nel settore pubblico che in quello privato, mentre eMobilis gestisce le risorse umane necessarie per la gestione dei suoi centri.
Attualmente Ajira dispone di 300 Centri di Empowerment giovanile dove i kenioti possono accedere a Internet, ai computer, alla formazione e al tutoraggio. Circa 100 giovani sono stati assunti per gestire i centri Ajira Youth Empowerment Centres con 50 tirocinanti portati per sostenere l'attuazione del programma. Il Kenya è un Paese di giovani secondo i risultati del 2019 della popolazione e del censimento, che mostrano che il 75% dei 47,6 milioni di abitanti ha meno di 35 anni.

TAGS: lavoro kenyadisoccupazione kenyastipendi kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Una legge che privilegia l'occupazione locale e gli indigeni della costa.
E' quella passata nel parlamento della Contea di Kilifi nei giorni scorsi.
Una regolamentazione che dal prossimo anno obbligherà le aziende della Contea...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La maggior parte dei cittadini keniani vorrebbe che il Governo riaprisse i confini delle Contee e...

LEGGI L'ARTICOLO

Una della cose che purtroppo colpisce in negativo, quando cominci a vivere in Africa, lontano dai luoghi turistici, è che è difficile trovare una “coscienza civica” tra gli africani ed in particolare tra i kenioti. 
Alcune area di Mtangani e...

LEGGI TUTTO

Che sia una mossa elettorale o meno, quel che è importante per oltre 15 milioni di lavoratori che ne sono interessati, in Kenya da domani il salario minimo viene aumentato del 18%. Lo ha annunciato il Presidente Uhuru Kenyatta durante...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ come un termometro della stagione buona a Watamu.
Quando...

LEGGI L'ARTICOLO

Almeno un giovane keniano su tre lascerebbe il Paese per trovare un lavoro migliore all’estero, ma non ...

LEGGI L'ARTICOLO

La notizia è di quelle che fanno ben sperare per la ripresa del turismo italiano nella costa nord del Kenya, a Watamu, Malindi e Mambrui.
Con l'arrivo di un buon numero di villeggianti, nelle due settimane centrali di agosto, si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Saranno gli americani a costruire interamente l’autostrada Mombasa-Nakuru, che a Nairobi si trasformerà in una...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono 13 i miliardi di scellini stanziati dalla Contea di Kilifi con la nuova finanziaria, approvata nei giorni scorsi dall'Assemblea del Parlamento regionale.
Grazie agli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Secondo la ricerca "Africa Risk-Reward Index", pubblicata da Nkc African Economics, il Kenya e l'Etiopia sono i Paesi leader del prossimo futuro nel Continente Nero.
Il rapporto, che mette a confronto investimenti, PIL, sicurezza e molti altri fattori di supporto all'economia,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' stato inaugurato nei giorni scorsi il cantiere "italiano" di Konza City, la cittadella tecnologica keniana vicino a Nairobi, che nella "vision 2030" dell'attuale Governo dovrebbe diventare la nuova "Silicon Savannah" dell'Est Africa.
Konza City sarà...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Coprifuoco ogni giorno dalle sette di sera alle cinque di mattina.
Il Kenya...

LEGGI L'ARTICOLO

Tre mesi di sciopero. I medici keniani non mollano ma anche il Governo non cede di un millimetro, e ovviamente chi ci rimette sono i pazienti kenioti che non hanno la possibilità di affidarsi alla sanità privata. Il governo non ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu come Ibiza, come Formentera.
Da questo weekend, fin...

LEGGI L'ARTICOLO

In Italia non ne potete più di tasse, stress, politica e malaffare?
E' ora di emigrare altrove!
Finalmente una rubrica seria che vi spiega come trasferirvi, vivere e lavorare felicemente a Malindi e in generale sulla costa del Kenya dove,...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Gli USA hanno deciso di aiutare il settore turistico del Kenya a risollevarsi da questo prolungato...

LEGGI L'ARTICOLO