Ultime notizie

NEWS

Nairobi, cronaca di una giornata di (stra)ordinario terrorismo

Attentato in hotel, panico, assedio e dati non ancora ufficiali

16-01-2019 di redazione

Una giornata di terrore a Nairobi, dove è più la paura di un tragico remake dell'attentato del 2013 al centro commerciale Westgate, che il vero pericolo, nonostante purtroppo il numero dei morti nella nottata si attesta sui 7 accertati, più una serie di feriti in modo molto grave che lottano per la vita in almeno tre ospedali della capitale.
Tutto è iniziato poco dopo le 15 di ieri, quando un gruppo di presunti terroristi somali (l'attentato sarebbe stato rivendicato da una cellula di Al Shabaab) hanno fatto esplodere un'automobile parcheggiata nel parcheggio del ristorante "Secret Garden" a Riverside 14, comprensorio dove è situato anche l'hotel di lusso della catena Dusit più alcuni uffici di società keniane ed internazionali, tra cui la banca I&M. 
Uno degli attentatori, il kamikaze della banda, sarebbe rimasto ucciso nell'esplosione.
Dopo pochi minuti una seconda esplosione, probabilmente provocata da una granata lanciata dai terroristi su alcune vetture parcheggiate.
Contemporaneamente altri cinque attentatori hanno fatto fuoco e sono penetrati all'interno dell'hotel, che ha i vetri antiproiettili.
Questo accorgimento ha sicuramente evitato una strage.
Nel frattempo, dall'Ambasciata australiana situata di fronte all'hotel, la polizia ha iniziato a sparare e ne è nato un breve conflitto a fuoco.
Nel panico generale la gente si è riversata in strada e fortunatamente la polizia è arrivata dopo solo un quarto d'ora e ha protetto la fuga di decine di persone. Uno degli attentatori sarebbe stato arrestato, mentre altri quattro si sono infilati nell'hotel, seminando il terrore.
Secondo la polizia, nottetempo i terroristi sono asserragliati all'ultimo piano del palazzo, ma non è ancora dato sapere se hanno fatto altre vittime, oltre alle sei che si vanno ad aggiungere al terrorista esploso.
Secondo alcuni testimoni altre due vittime, due donne, sarebbero state colpite mortalmente dai colpi di mitragliatrice, mentre altre 12 persone sono state ricoverate negli ospedali cittadini in condizioni molto gravi.
Ad un certo punto, dagli ospedali, il conto delle presunte vittime ha iniziato a salire fino a raggiungere numeri davvero preoccupanti e vicini a quelli terribili del Westgate.
Fortunatamente sembra invece che il conto delle vittime dell'attentato sia minore, ma solo oggi potremo avere una visione reale dell'accaduto.
Alcuni testimoni e ostaggi hanno postato sui social network, in particolare su twitter, messaggi che hanno fatto credere ad un massacro, indicando stanze e persone trucidate a freddo.
Speriamo davvero che non sia così e di ricevere aggiornamenti reali e meno tragici di quel che è sembrato in un primo momento.
Tra le rivendicazioni del gruppo di estremisti somali, l'anniversario della battaglia nella cittadina di El Adde, un agguato di Al Shabaab ad un campo militare delle forze AMISOM, dove morirono molti soldati keniani. La rappresaglia delle forze congiunte africane fu durissima e molti militanti di Al Shabaab furono scovati ed uccisi. 

ALTRI AGGIORNAMENTI IN NOTTATA

Dalla camera mortuaria di Nairobi, alle due del mattino, è arrivata la notizia di quindici corpi senza vita.
Un successivo comunicato degli Shabaab parla di "47 vittime uccise dai mujaheddin".
Il Ministro dell'Interno e della Sicurezza Nazionale Fred Matiang'i ha dichiarato che il conflitto a fuoco è terminato e che l'intera area sarebbe stata messa in sicurezza, ma alcuni twitt dichiarano che in un piano di uno degli edifici ci sarebbero ancora ostaggi in mano ai terroristi.

ORE 9: Sono stati uditi ancora degli spari all'interno di uno degli edifici di Riverside 14. Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali della polizia riguardo al proseguo delle operazioni. L'area di fatto non viene ancora sgomberata.

 

TAGS: terrorismo nairobiattentato nairobi

E' stato il Presidente della Repubblica del Kenya in persona a dare l'annuncio: l'attacco terroristico iniziato ieri pomeriggio intorno alle 15.30 nel quartiere di Riverside a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il numero delle vittime dell'attentato di questo pomeriggio nei pressi e dentro l'hotel Dusit D2 di Nairobi, nel quartiere di Riverside, è aumentato di ora in ora, con l'arrivo negli ospedali cittadini dei feriti.
Secondo...

LEGGI L'ARTICOLO E GLI AGGIORNAMENTI

Una violenta esplosione accompagnata da una serie di spari ha riguardato intorno alle 15.30 (ora keniana, in Italia le 13.30) un comprensorio al numero 14 di Riverside  nella capitale keniana Nairobi
Quello...

LEGGI QUI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

All'indomani del cessate il fuoco susseguente all'attacco...

LEGGI TUTTO

Il nuovo processo a tre dei presunti componenti della banda che lo scorso 20 novembre 2018 rapì...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindikenya.net informa tutti i connazionali in villeggiatura a Malindi e nelle cittadine della Contea di Kilifi che il Consolato Onorario di Malindi sarà chiuso fino al 2 gennaio prossimo.
Per...

LEGGI TUTTA L'INFORMAZIONE

Non abbiamo fatto a tempo, qualche giorno fa, a parlare di notizie finalmente obbiettive, positive e vere (non per forza trionfalistiche, per carità) sui giornali e riviste italiane, che arriva la stoccata dei soliti sensazionalisti di serie B. 
Stavolta è...

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Chi ci legge da tempo sa bene che sulla triste vicenda di Silvia Romano, la volontaria rapita il...

LEGGI L'ARTICOLO

Watamu si promuove a Nairobi come destinazione turistica autonoma, con le sue particolarità e le sue strutture e attività.
Tutto questo avverrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre al 7th August Memorial Park di Nairobi, nel centro della capitale...

Silvia Romano potrebbe essere stata portata in Somalia pochi giorni dopo il suo rapimento, questo...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministero degli Esteri Italiano non smette di inviare comunicati sul Kenya, senza curarsi dell'effetto nefasto che possono avere sul turismo, quest'anno già minato abbastanza da notizie gonfiate.
Cos'è cambiato negli ultimi cinque mesi, viene da chiedersi.
Da quando cioè...

LEGGI L'EDITORIALE COMPLETO

Torna a denigrare il Kenya la rivista Panorama, una delle pubblicazioni da sempre più ostili con il Paese africano, anche per l'appartenenza all'orbita Mediaset (come peraltro TgCom e Tg5, testate che rappresentano chi ha interessi in altre mete turistiche a...

LEGGI TUTTO

Un'esplosione nei pressi di un fast-food e di un cinema, in una zona molto frequentato ai margini del CBD, la zona centrale di Nairobi.
L'ordigno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A partire dal 25 marzo 2018, i clienti Air France potranno volare verso Nairobi (Kenya) da Parigi-Charles de Gaulle grazie a 3 nuove frequenze settimanali.
I voli saranno operati da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un aiuto concreto dalla Gran Bretagna per terminare al più presto la nuova strada che dall'aeroporto internazionale Moi di Mombasa porterà in città, bypassando il centro. I lavori di questa importantissima tangenziale che decongestionerà il traffico della seconda città del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si aggravano le condizioni della scrittrice e conservazionista italiana ma cittadina keniana Kuki Gallmann. 
Dieci giorni dopo l'attentato subito all'interno del suo ranch di Laikipia, nella Rift Valley del Kenya, la settantatreenne ambientalista autrice del best seller "Sognavo l'Africa" è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO