Ultime notizie

CRONACA

Renato, la passione per la corsa e quell'imprudenza fatale

Mistero sugli ultimi istanti del pensionato sulle rive del Sabaki

19-02-2019 di Freddie del Curatolo

Amava correre, Renato.
Correre, tenersi in forma e godere del clima e della splendida Natura africana.
Malindi è la meritata pensione serena di tanti coetanei di Renato Bettini, lo sfortunato villeggiante che ha perso la vita nel fiume Sabaki.
Magari solo per qualche mese all’anno, abbandonando temporaneamente figli e nipoti, amici e i pochi impegni rimasti, con o senza partner a secondo di come hanno vissuto, finalmente si possono dedicare alle loro passioni, che non sono le stesse per tutti.
La temperatura ideale, l’aria salubre e i ritmi cadenzati tengono al riparo dagli acciacchi, per questo tanti pensionati trascorrono qui i mesi  in cui in Italia fa freddo.
Renato amava la corsa e la montagna, ma anche trascorrere alcuni mesi all’anno sulla costa keniana e poter correre tutte le mattine sullo spiaggione di Malindi, fino al fiume.
Un vero appassionato del jogging e della forma fisica, perfetta per i suoi 65 anni. Coltivata quasi ogni giorno con sei chilometri ad andare e sei a tornare.  E a volte non bastavano neanche, come sabato mattina quando ha deciso di proseguire lungo la riva del fiume.
“Quante volte gli abbiamo detto di non arrivare fin laggiù – ammette Massimo, uno dei suoi pochi amici italiani conosciuti in Kenya – Andava sempre da solo, indossando scarpette e pantaloncini. Sotto il sole fin laggiù, una zona isolata. Che anche se avesse avuto un malore nessuno poteva soccorrerlo né sapere nulla”.
Forse è capitato questo a Renato, non potremo mai saperlo, né servirà a qualcosa ai parenti. Difficile che l’autopsia possa rivelare se l’attacco dell’ippopotamo che gli ha lasciato inconfondibili e profondi segni sul torace è avvenuto dopo che l’uomo aveva già perso i sensi o prima. Sicuramente correre sul Sabaki è stata un’imprudenza per lo sportivissimo milanese, descritto da chi lo ha conosciuto come un connazionale tranquillo, quasi timido, mai sopra le righe.
“Una persona perbene e riservata – conferma Massimo – ma di gran cuore e gentilezza, di cui sentiremo la mancanza”.
Renato aveva affittato un’appartamento al G.A.Complex, in Lamu Road. Comodissimo per la sua passione, perché in due minuti era in spiaggia pronto per il jogging.
Eugenio Del Curatolo, ex gestore del People Kiwi Bar e vicino di casa di Renato, lo ricorda come “un uomo sempre sorridente, schivo ma gentile e dal passo veloce”.
Anche i kenioti, sulle nostre pagine dei social network, ne piangono la tragica scomparsa. Con alcuni di loro s’intratteneva volentieri ed aveva un buon rapporto con tutti.
“Passava spesso da me – dice il proprietario del Vasco Shop sul lungomare – era un buon cliente. Riposa in pace, amico mio”.
 

TAGS: italiano malindicorsa malindispiaggia malindiippopotamo malindi

Appartiene certamente ad un cittadino italiano, il corpo trovato senza vita sulle rive del fiume Sabaki, a pochi chilometri da Malindi.
Si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ci sono ancora tante persone che, pur approcciandosi all’Africa e alla sua natura selvaggia, non sanno che l’animale più pericoloso ed efferato non è il ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell’agosto dell’anno scorso due turisti cinesi, sul Lago Naivasha, sono stati aggrediti da un ippopotamo mentre si avvicinavano alla riva del lago per scattare un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Due ippopotami trovati decapitati, un altro nella morsa di una trappola mortale, il classico laccio di acciaio stretto alla gola.
Il segnale inquietante che la caccia...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'altra imprudenza fatale in un parco del Kenya, dettata non dall'eccesso di amore per la fauna selvatica o dall'adrenalina dell'avventura, ma dalla moda tristemente nota di farsi i "selfie" con chiunque e qualsiasi cosa come scenografia.
Questa volta è toccato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un cittadino italiano di una certa età questa mattina a Malindi ha perso il controllo della sua utilitaria ed è...

LEGGI L'ARTICOLO

Un uomo bianco è stato trovato senza vita ieri pomeriggio sulle rive del fiume Sabaki, a pochi chilometri da Malindi e non lontano dalla foce del corso d'acqua e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A partire dalla prossima settimana la linea ferroviaria veloce tra Nairobi e Mombasa avrà una corsa supplementare.
Il servizio espresso partirà da mercoledì 1 novembre...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ogni mattina, con una puntualità che è tutto fuorché africana, sulle rive del fiume Sabaki, proprio dove il mare viene ad abbeverarsi d'acqua dolce, un ippopotamo emerge dall'acqua argillosa.
Si tratta sempre dello stesso esemplare, anche se i vecchi del...

LEGGI TUTTA LA STORIA

La multinazionale francese di articoli sportivi Decathlon è pronta a sbarcare in Kenya.
Aprirà il prossimo anno il suo primo retail shop a Nairobi, contando sullo sviluppo della capitale e della possibilità di raggiungere tutto il Paese tramite il negozio online (già...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La savana è la materia. 
E’ ciò di cui siamo fatti tutti e da cui tutti proveniamo. 
Non sono solo i mesozoici elefanti e le grottesche giraffe a ricordarcelo. 
Ce lo dicono le improvvise colline che sono frammenti della Rift...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA FOTOGALLERY

Un uomo bianco, grosso.
La barba folta e incolta.
I capelli ancora più ignoranti.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA CLASSIFICA FINALE SU WATAMUKENYA.NET CLICCANDO QUI

Briatore cerca una coppia che gestisca ristorante e spiaggia al Billionaire di Malindi.
Sul suo profilo ufficiale Instagram il tycoon italiano, che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo scorso anno ci fu una corsa all'acquisto di sedie, tavoli, letti, armadi e forniture di pregio del vecchio Coconut Village e del Malindi Beach Resort, ormai dismessi. 
Tanti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Osteria Beach è il ristorante con servizio spiaggia e lettini del marchio "Osteria".
Aperto nel

LEGGI TUTTA LA SCHEDA