Ultime notizie

NEWS

Stop ai safari illegali con matatu e pulmini

Divieto immediato del Ministero del Turismo keniano

17-05-2019 di redazione

La savana del Kenya da oggi sarà meno popolata da veicoli non autorizzati e non professionali.
I mezzi autorizzati ad entrare in parchi nazionali e riserve del Paese dovranno obbligatoriamente essere muniti di licenza di veicolo di servizio turistico, ed anche il conducente non potrà portare i turisti a vedere la natura selvaggia e i suoi animali senza un'apposita certificazione di guida per safari.
Con una decisione ad effetto immediato, il Ministero del Turismo e della Wildlife del Kenya ha infatti vietato l’ingresso di matatu e pulmini adibiti a trasporto passeggeri in tutti i parchi del Kenya gestiti dal Kenya Wildlife Service.
Nel comunicato trasmesso dal Ministero e firmato da Najib Balala, è assolutamente illegale per veicoli classificati come PSV (Passenger Service Vehicles) entrare nei parchi.
E non solo, Balala ha anche definito l’ingresso dei matatu "assolutamente pericoloso” perché i conducenti di veicoli adibiti a semplice trasporto passeggeri non sono addestrati per questo genere di servizio e i loro mezzi probabilmente non sono adatti per le strade e i terreni in questione.
"Utilizzare veicoli solitamente adibiti per il trasporto pubblico in città all'interno dei parchi è potenzialmente una minaccia sia per gli animali che per i turisti che vengono trasportati, in quanto i veicoli non sono in regola e i driver non sono guide safari" si legge nel comunicato.
I veicoli d’ora in poi dovranno essere autorizzati dalla Tourism Regulatory Autority (TRA) come TSV, ovvero veicolo di servizio turistico, mostrando l’autoadesivo rilasciato dall’Ente e dovranno essere condotti da autisti e guide turistiche specializzate.
Il KWS sarà tenuto a far rispettare rigorosamente la direttiva.
La decisione del Ministero del Turismo è maturata dopo una serie di proteste e la pubblicazione sui social network di sempre più foto e video che mostrano pulmini non adeguati con capienza fino a 14 persone imperversare in riserve come il Maasai Mara e il Meru National Park, alcuni addirittura appartenenti alle società cooperative (SACCO) che organizzano i trasporti su strada dei matatu.
Il Ministero del Turismo, nel comunicato ufficiale, chiede anche ai turisti locali ed internazionali, di verificare di persona lo stato dei veicoli che li trasporteranno in safari e la presenza della licenza TSV, nonché la presenza di autisti e guide certificati.
Attenzione quindi quando si prenota un safari da agenzie non professionali o dai cosiddetti "beach boys". Oltre al preventivo, al percorso, al lodge dove si intende soggiornare, bisognerà anche chiedere con che mezzo si effettua il safari e se il driver è una guida professionale munita di regolare licenza.
Il rischio è quello di pagare in anticipo l'escursione dei propri sogni e vedersi respinti dai rangers all'ingresso di uno dei tanti parchi nazionali che si intende visitare, con evidente perdita di tempo, soldi e...sogni!

TAGS: matatu kenyasafari kenyaturisti kenyadivieto kenya

Non più tardi di ieri il  il Viceministro dei Trasporti Paul Maringa aveva annunciato che entro due settimane il Governo avrebbe ritirato il divieto notturno di circolazione dei mezzi pubblici sulle strade del Kenya.
In serata, invece...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ancora una volta dobbiamo tristemente constatare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Incidente mortale all'alba di questa mattina sulla Malindi-Mombasa: un matatu, il popolare pulmino-corriera che trasporta non più di 14 persone, della compagnia Munawar Shuttle, si è ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ancora due settimane e i veicoli pubblici (PSV) in Kenya potranno riprendere a viaggiare di notte, come sempre accaduto prima del 31 dicembre 2017.
Lo ha annunciato questa mattina il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non solo plastica e derivati, la Contea di Kilifi ha chiesto alla massima autorità governativa dell'Ambiente, la NEMA, di intervenire per...

LEGGI L'ARTICOLO

(foto di Paolo Torchio) Dopo il divieto totale dei sacchetti di polietilene, il Ministero dell'Ambiente del Kenya sta pensando seriamente di vietare le bottiglie di plastica su tutto il territorio nazionale per proteggere l'ambiente.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Come avete letto, il Ministero del Turismo e della Fauna Selvatica ha vietato l’ingresso nei nostri parchi nazionali di...

LEGGI L'ARTICOLO

L'Alta Corte del Kenya ha sospeso il divieto da parte della National Environment Management Authority (NEMA) per le...

LEGGI L'ARTICOLO

I trasporti pubblici (o per meglio dire, "di massa") in Kenya rischiano di perdere uno dei loro storici simboli: il matatu.
I pulmini collettivi, nati negli anni Ottanta per garantire i piccoli spostamenti che i mastodontici bus non coprivano e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una stagione fantastica per i safari in Kenya, e specialmente per i Parchi Nazionali di Tsavo Est e Ovest e dell'Amboseli.
Il direttore della Kenya Association of Hotelkeepers and Caterers...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Prosegue con successo l'iniziativa di Malindikenya.net e Swara Osteria Camp "Vivi la magica Savana con noi".
(Leggi qui dell'iniziativa e delle condizioni).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sembra di parlare di Milano, ma è Nairobi, la città del sole (solitamente).
Questa mattina una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Che bello il safari in Kenya accompagnato da un gesto di solidarietà. 
A far vivere ai turisti questa doppia emozione Luca Macrì ci ha sempre tenuto particolarmente. 
Certo, devi trovare le persone predisposte, di gran cuore e aperte di mentalità...

LEGGI TUTTO

Un altro spaventoso incidente prima dell'alba sulle strade del Kenya, e ancora una volta per via di un...

LEGGI L'ARTICOLO

Tanti anni sulle navi da crociera di mezzo mondo, più di dieci stagioni d'Africa e una grande passione che è ora diventata una professione. Per Alberto Michieli e Jean Pierre Monti il Kenya è stato rivelatore. Prima la scelta di...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Il Ministero dell'Ambiente del Kenya ha proibito, con termine ultimo il prossimo 31 marzo, l'utilizzo, la vendita e l'importazione dei sacchetti di ...

LEGGI L'ARTICOLO