Ultime notizie

PERSONAGGI

Un keniano a capo del "partito" degli stranieri in Italia

Ogongo, giornalista da 25 anni a Roma ha fondato "Cara Italia"

22-02-2019 di redazione

Si chiama Stephen Ogongo, è un giornalista keniano che vive in Italia da 25 anni e ha deciso di fondare un movimento che un domani potrebbe diventare il partito dei “nuovi italiani”, ovvero degli stranieri che da una o più generazioni vivono nel nostro Paese e che vogliono avere voce per contrastare il dilagante fenomeno del razzismo.
Ogongo, caporedattore del gruppo editoriale “Stranieri in Italia” ed insegnante all’Università Gregoriana, tramite le pagine di una decina di riviste per cui lavora ha lanciato “Cara Italia”, un movimento che in poche settimane ha già ricevuto seimila adesioni. L’intento è quello di avere presto un’identità e una forma politica per partecipare alle prossime elezioni nazionali e amministrative, a partire da quelle romane.
"Vogliamo dare voce a chi non ce l'ha, ai tanti delusi della mancata riforma della Bossi-Fini, dello Ius soli e delle politiche razziste dell'attuale maggioranza – ha raccontato Ogongo al quotidiano Repubblica -  è un insieme di immigrati e di italiani che combattono il razzismo e tutte le altre forme di discriminazione. Una casa comune per cercare di mettere insieme associazioni, organizzazioni, gruppi che si occupano dei diritti dei nuovi italiani. Con l'ambizione di diventare un soggetto politico, di entrare nelle istituzioni, per una società davvero interculturale. Come dice un proverbio africano: se si sogna da soli, è solo un sogno; se si sogna insieme, è la realtà che comincia".
Ogongo è arrivato in Italia 25 anni fa, non ancora ventenne, per frequentare l’Università di Scienze Sociali. E’ sposato con una donna di origine congolese e ha due figlie, di 16 e 11 anni, nate in Italia ma tuttora senza cittadinanza.
“La forza del nuovo movimento è il sostegno dei nostri giornali e siti di “Stranieri in Italia” – ha spiegato il giornalista keniano - grazie ai quali raggiungiamo ogni mese un milione e mezzo di immigrati e nuovi cittadini, insieme agli italiani”.

TAGS: ogongogiornalista kenyamovimento kenyapolitica kenyarazzismo kenya

E' un gruppo di donne italiane, capeggiato da Rita Valentini, ad organizzare a Malindi ogni anno il "Flash Mob" contro la violenza sulle donne, che si tiene in contemporanea nelle piazze di tutto il mondo.
Si tratta di una coreografia...

LEGGI TUTTO

Anche a Malindi mercoledì 14 febbraio va in scena il famoso ballo di solidarietà "One Billion Rising", contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e contro il sessismo ancora presenti in tutto il mondo.
E' un gruppo di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La giornalista keniota di origine indiana Rasna Warah presenterà oggi, venerdì 30 settembre alle 16, al Centro Culturale della Malindi Museum Society (presso il Museo Nazionale di Malindi, ex Dc Office dietro la piazzetta "del Cambio") il suo nuovo libro...

LEGGI TUTTO

E' andata "on air" la terza puntata della radio dal vivo "Good Night Malindi" ideata da Freddie per allietare i giovedì del Baby Marrow Art & Food della cittadina keniana ad alto tasso di connazionali.
Durante la serata, tra canzoni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"La mia lotta per salvare i tesori naturali africani". 
Questo l'eloquente sottotitolo di un'autobiografia scritta a quattro mani con la giornalista Virginia Morell.
La vita del fondatore del Kenya Wildlife Service e del più strenuo difensore degli animali selvatici del...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Oggi, lunedì 30 ottobre, il Kenya dovrebbe avere ufficialmente un Presidente eletto.
I risultati delle elezioni bis, convocate dalla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il romanzo della giornalista Rai Isabella Schiavone "Lunavulcano", che abbiamo recentemente recensito qui (clicca qui per leggere la recensione) è stato selezionato  per il prestigioso premio Strega 2018.
L'importante...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Convegno a Nairobi sul Referendum Costituzionale organizzato in collaborazione con Senza Bavaglio Centro Studi per il Giornalismo.
Parteciperanno il costituzionalista Lorenzo Spadaccini, professore all’università di Brescia, il professore di economia Giovanni La Torre ed il senatore del Movimento Cinque Stelle...

LEGGI TUTTO

Il rimpasto del Governo voluto dal Presidente Uhuru Kenyatta per fronteggiare una crisi politica dovuta a scandali e truffe che hanno coinvolto alcuni ministri, ha fatto sì che al Ministero del Turismo tornasse una vecchia conoscenza degli imprenditori e dei...

LEGGI TUTTO

Come avete letto, il Ministero del Turismo e della Fauna Selvatica ha vietato l’ingresso nei nostri parchi nazionali di...

LEGGI L'ARTICOLO

Riunione in Comune a Malindi ieri mattina per l'organizzazione del secondo Malindi Cleaning Day.
Dopo il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Da un'approfondita e quotidiana lettura della situazione politica attuale in Kenya, emerge sicuramente un quadro confuso e di difficile interpretazione di quel che potrebbe accadere il 26 ottobre, giorno delle nuove elezioni presidenziali. Ma anche immediatamente prima e subito dopo.

Oltre sette mesi di crisi politica con due elezioni, ricorsi, minacce, giuramenti, manifestazioni ed ogni altra varietà di incidenti diplomatici e non.
Ora, con una conferenza stampa tanto improvvisa quanto sorprendente, il ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Raila Odinga ha chiesto ai suoi elettori di non andare a votare domani, e di dire ai propri amici e parenti di fare lo stesso.
"Ma evitate di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fatalmente, dopo alcuni giorni in cui le granate di stampo somalo non fanno più risuonare la loro macabra eco nelle chiese di Nairobi o del Nord Est del Paese, è la costa keniota ad assurgere ai disonori della cronaca nazionale. LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Malindikenya.net ha tradotto in italiano una parte dell'intervista del canale americano CNN al leader dell'Opposizione Raila Odinga, all'indomani delle elezioni del 26 ottobre.
Ecco cosa ha risposto al suo intervistatore:

LEGGI L'INTERVISTA