Solidarietà

ORFANI

Monica Diana, la neonata di Malindi che vuole vivere

Abbandonata sotto la pioggia, salvata e affidata alla Hearts Children Home

18-06-2018 di redazione

Una notte di pioggia a Malindi, una madre disperata che forse cerca tardivamente di abortire e che partorisce in uno dei quartieri poveri della cittadina.
Un gesto estremo, sconsiderato, dettato da chissà quale disagio (qui purtroppo ce ne sono ancora tanti, tra giovani vittime di stupri, sesso tra minorenni e prostituzione locale), l'infante, nata prematura lasciata in una pozzanghera.
Poi una telefonata alla polizia, chissà se della stessa madre pentita o di un testimone che non vuole essere coinvolto.
La localizzazione, l'arrivo.
Gli agenti raccolgono la piccolissima creatura e la portano di corsa all'ospedale.distrettuale.
Il medico che la accoglie si accorge che la bambina non respira, ma incredibilmente il suo cuore batte, è ancora viva!
All'ospedale la chiamano "Angel", Monica Diana (con questo nome verrà battezzata, in più riceverà quello giriama, Kadzo) ha voglia di vivere.
Passano tre settimane con il respiratore artificiale, la speranza dell'intero corpo medico non si spegne, fino a quando la piccola riesce a respirare autonomamente!
Arriva allora il momento dell'affido e la struttura sanitaria chiede all'Hearts Children Home, che già in passato si è adoperato per ospitare e far crescere piccoli orfani locali.
"E' un miracolo - dice la direttrice dell'orfanotrofio malindino Nuru Said - siamo felici di poterla crescere nella nostra struttura, anche se vorremmo che Monica Diana fosse adottata da tutta Malindi, come simbolo di chi ce la può fare vincendo anche condizioni disperate".
La Hearts Children Home da anni è conosciuta per il suo buon lavoro con i bambini, ma ultimamente con il calo dell'attenzione sul mondo dell'infanzia e del fenomeno delle adozioni a distanza, le donazioni non sono sufficienti a poter svolgere il lavoro che l'esperienza e il cuore di Nuru vorrebbe continuare a portare avanti. Già in passato malindikenya.net e i suoi lettori si erano attivati, per far operare alle gengive una giovanissima ospite del Children Center, Lydia che era stata "adottata" dalla nostra collaboratrice Claudia Peli, scomparsa prematuramente. (ECCO L'ARTICOLO DI ALLORA)
Per chi volesse contribuire ad aiutare la piccola Monica e la Hearts Children Home, si può inviare un Mpesa al numero di Nuru Said o contattarla al Tel.0717607645
 

TAGS: orfani malindiorfanotrofi malindibambini malindiabbandonati malindi

Niente più orfanotrofi in Kenya.
La decisione arriva dal Ministro della Comunità dell'Est Africa, del Lavoro e della Protezione Sociale del Kenya, Phyllis Kandie.
In un documento ufficiale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Profumo di resina che brucia insieme alla legna.
E capanne rotonde, interamente coperte di foglie.
E poi bambini.
Bambini dappertutto che giocano intorno alle capanne,
e ridono e piangono e cantano battendo le mani.

Agosto 2004: un gruppo di amici di Roma visitano Makobeni, villaggio a una quarantina di chilometri da Malindi, sulla strada per lo Tsavo.
Si rendono conto dei gravi problemi di siccità e di una situazione problematica per i bambini.
C'è...

LEGGI TUTTO

Ho letto con attenzione l'articolo di Daniela Venturelli sul volontariato spesso poco corretto di alcune associazioni. 
Fa riferimento a progetti a Chakama molto sponsorizzati da una onlus di cui si sono perse le tracce e che ha lasciato molte delusioni...

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO

Non potrà più regalare il suo fantastico sorriso ai cento e più bambini del suo “children center”.
Mama Liliana Ostinelli, la meravigliosa pensionata conosciuta da tutti come “Mama Anakuja”, se...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Circa a 3 ore di macchina dall' aeroporto di Mombasa, nei pressi di Malindi (città famosa, ahimé, soprattutto per il lussuoso resort di Briatore), c'e la località di Watamu; lì si vive “pole pole” ovvero “piano piano”, non ci sono...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Riaprono le scuole primarie e secondarie in tutto il Kenya.
Come è noto, qui l'anno scolastico incomincia in corrispondenza con quello solare ed è strutturato con vacanze di circa un mese ogni tre di studio.
 

LEGGI TUTTO

Un pomeriggio significativo per le comunità di residenti e villeggianti di Malindi e Watamu, che hanno partecipato alla presentazione del progetto educativo della Nursery della onlus "Make a Difference" a Kijwetanga, appena fuori Malindi.
Un asilo che ha già ricevuto il...

LEGGI TUTTO

Un evento davvero speciale per Malindi e per chi vi ha assistito.
Shala Heart, il nuovo spazio malindino dell'artista Gian Paolo Tomasi e della sua compagna Luce Torreforte, impegnata nel sociale e nel campo del benessere, ha deciso di svelarsi alla...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

C'è tanto Kenya, con il sole e i colori di Malindi e tanto amore per i bambini e il loro difficile mondo in "Lunavulcano".
Nell'era telegrafica di video e messaggini, troppo spesso dimentichiamo che una storia è fatta di parole, e che...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Lui si chiama Bryan ed è il chitarrista "adottato" grazie all'iniziativa malindina dello scorso agosto messa in atto da Maxlife e Malindikenya.net, con la partecipazione del Children Centre "Asante Sana" di Mambrui e della Pro Guitar Academy di Malindi.
Durante...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono 13 i miliardi di scellini stanziati dalla Contea di Kilifi con la nuova finanziaria, approvata nei giorni scorsi dall'Assemblea del Parlamento regionale.
Grazie agli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'idea bellissima lanciata dal Kola Beach Resort di Mambrui, che ogni anno organizza una festa per i bambini locali che sostiene anche durante l'anno con donazioni, e ben recepita dalle due cariche religiose della zona: l'Imam mussulmano e il parroco...

LEGGI TUTTO

Come fosse la performance sessuale di un playboy attempato, si temeva il crollo verticale. "Una, ma fatta bene" ci si augura a una certa età. Malindi, che quest'anno comunque ha abbassato quella media dei suoi frequentatori, di mezza età se...

LEGGI TUTTO

Il Governo ha ripreso i colloqui per terminare i lavori dello scalo internazionale di Malindi.
In un incontro con i vertici delle autorità aeroportuali della KAA, il Ministero dei Trasporti del Kenya nei giorni scorsi ha ribadito che Malindi rientra...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra gli italiani di Malindi c'è chi non si limita a costruire, ma si adopera per migliorare la condizione della popolazione locale.
E' il caso di Giulio Giro, milanese di 66 anni, di cui 25 spesi in Kenya dove è...

LEGGI TUTTO