Arte e cultura

ARTE

Il Kenya grottesco ma autentico di Bertiers

Ritratto dell'artista che ha diffuso uno stile imitato da tanti

01-10-2022 di Freddie del Curatolo

Le sue opere vantano innumerevoli tentativi d’imitazione in tutto l’Est Africa, alcuni dei quali anche ben riusciti. Il nome di Joseph Mbatia Bertiers non dice molto fuori dal Kenya, ma i suoi quadri che mostrano la variopinta, incasinata, colorata e viva umanità delle città e dei sobborghi africani, sono ovunque. Li trovi a tutta parete nei bar, in stampe nei negozi di gadget e cartolibrerie, in centri culturali e per la strada, abilmente riprodotte. Oltre a molte gallerie d’arte e in tantissime case di Nairobi ed altre città keniane.

Da più di vent’anni, Bertiers ha continuato a sfornare dipinti su tavole di compensato, spesso arricchiti da scritte e slogan, che mostrano in maniera ironica e spesso grottesca mercati, capolinea dei matatu ed altre situazioni di aggregazione da cui emergono personaggi iconici e sospettabili della società keniana ma anche situazioni storpiate dai tanti luoghi comuni su questa terra.
Lui nasce come fumettista e illustratore, anche se come tanti da giovane ha dovuto arrabattarsi dipingendo insegne per bar, saloni di bellezza ed altre piccole attività della capitale.

 



In seguito ha prodotto disegni umoristici, commentando le situazioni estreme o semplicemente curiose provenienti da tutto il mondo. Lo ha fatto grazie alla voracità con cui si è cibato di riviste, pubblicazioni ed ogni altra fonte di notizie ed immagini dal mondo.
Infine, l'occasione per Bertiers di fare il salto di qualità si presentò quando il collezionista americano Ernie Wolfe vide i sui primi lavori da “Bruegel africano” in un bar fuori Nairobi.
Wolfe fu talmente incuriosito dal suo modo di raccontare il Kenya senza filtri, infilando in una stessa opera manie, peculiarità, follie, sogni, eroismi e cialtronerie, entusiasmo popolare e tragedie, che cercò l'artista e ne divenne il mecenate. Da allora Bertiers ha potuto lavorare con più tranquillità e regalarci la sua visione così vera, nel suo essere paradossale.

 

 

TAGS: artistaoperequadrigrottescodisegniillustrazioni

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Una mostra di fiori al Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi.
Si inaugura domani sera, mercoledì 20 dicembre alle 19 "Portraits of flowers", la nuova personale dell'artista italiano Gian Paolo Tomasi, che già espone da tempo nel locale di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Dal 27 Dicembre l'Osteria Town di Malindi diventa anche una galleria d'arte, con una mostra collettiva di artisti keniani e di altri paesi del Continente che racchiude una sessantina di opere molto interessanti.

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

C’è chi assicura che la gloria mondiale ed imperitura del grande violinista Niccolò Paganini avrebbe...

LEGGI L'ARTICOLO

Con la consegna di certificati di partecipazione a due scuole di Malindi da parte della Direttrice dell’istituto...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Trovate antichissime opere d'arte su un'isola del Lago Vittoria. L'archeologo inglese David...

LEGGI L'ARTICOLO

Prima ancora dell’inaugurazione a cui hanno partecipato anche alcuni connazionali, oltre ad...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE IMMAGINI

Il weekend dedicato all'arte e al talento locale del Baby Marrow Art & Food Restaurant, questa settimana ospita uno storico pittore di stanza a Malindi.
Spytrack, questo il suo nome d'arte, ha ottant'anni ma non li dimostra, una mano ancora...

LEGGI TUTTO

Dalle discariche di Nairobi al Museo Africano di Verona.
Le visioni afro-futuriste...

LEGGI L'ARTICOLO

L’Osteria Group a Malindi si fa in due per allestire un cenone di San Silvestro e un veglione di Capodanno in grande stile nei suoi ristoranti sul mare e in town.
All’Osteria Beach House sulla spiaggia di Silversand, cenone al...

Dopo l’esclusiva e piacevole serata di gala che ha aperto la stagione dello spazio malindino d’arte, benessere...

LEGGI L'ARTICOLO

Si inaugura domenica 18 agosto a Watamu, alle 18 una galleria d'arte a due passi dall'Oceano Indiano in...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Che Pinocchio sia la favola più esportata d'Italia non è un mistero: l'internazionalità della fantastica vicenda e della sua morale hanno conquistato bambini e non solo di tutto il mondo.
Il legame con l'Africa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Bice Ferraresi frequenta Malindi da quasi trent'anni, il suo "mal d'Africa" è evidente non solo negli occhi e nelle sue parole, ma soprattutto nella sua espressione artistica. 
L'artista faentina, che ha recentemente esposto le sue tele a Nairobi, nel prestigioso...

LEGGI TUTTO

Un mese e mezzo di meritate ferie, e uno dei punti di riferimento della ristorazione italiana ed internazionale a Malindi riapre i...

LEGGI L'ARTICOLO

Il “gyotaku” è un’antica arte giapponese che consiste nell’imprimere (originariamente su...

LEGGI ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Insieme al turismo, si riapre anche la stagione dell'arte e della cultura a Malindi e riapre i...

LEGGI L'ARTICOLO