Ultime notizie

NEWS

Riaperto Suez, sollievo per l'economia in Kenya

Ritardi nell'import-export anche per prodotti italiani

30-03-2021 di redazione

Sollievo per decine di importatori e centinaia di aziende di Kenya e Uganda che dipendono dal trasporto via nave che passa dal canale di Suez per le loro attività.
L’enorme portacointainer MV Ever Given, disincagliata finalmente ieri dopo che era finita di traverso nel canale, ha liberato decine di navi cariche di prodotti e materiali diretti al porto di Mombasa che già hanno accumulato giorni di ritardo sulla tabella di marcia ed altri ne aggiungeranno inevitabilmente dovendo procedere a velocità di crociera ridotta.
I ritardi nelle consegne riguarderanno in particolar modo beni di consumo europei: a livello di cibo  pasta e derivati del grano, alcolici e scatolame vario. La preoccupazione degli importatori italiani in Kenya verteva soprattutto sulla tenuta di certi generi alimentari che, sebbene siano confezionati e predisposti alle spedizioni e alle temperature dei container, possono soffrire con tempi più lunghi di arrivo.
Ma l’industria keniana era preoccupata per altre filiere importanti che stimolano l’economia locale, ad esempio il settore manifatturiero.
Perché ovviamente i ritardi in arrivo si ripercuotono sulle partenze e di conseguenza sull’esportazione dei prodotti locali da Mombasa.
“I ritardi nella rimozione della nave dal canale causeranno gravi perdite a causa dei ritardi nell’arrivo delle materie prime da lavorare – ha spiegato il presidente dell'Associazione dei Produttori del Kenya (KAM) Mucai Kunyiha – il rischio è quello di dover interrompere la produzione. Altre navi potrebbero scegliere rotte alternative passando dal Nord Africa ma il percorso più lungo aumenterebbe notevolmente i costi della logistica e porterebbe all’aumento delle merci nel mercato locale”.
E’ stato un brutto colpo per il settore dell’import-export dell’Est Africa (come del resto del mondo) che è già seriamente provato dall’anno di pandemia. Prova ne è lo stuolo di container vuoti al porto di Mombasa e i ritardi nei riempimenti e nelle consegne. Il tempo di rotazione dei camion tra Mombasa e Kampala, per esempio, è aumentato da una media di 3,7 giorni a circa 10, il tempo che un camion impiega per consegnare il carico a Kampala e tornare al porto.
Circa il 35% del commercio globale dell’est Africa in entrata ed uscita (a fronte del 12% mondiale) passa attraverso il canale lungo 193 km, che collega il Mediterraneo al Mar Rosso e fornisce il collegamento marittimo più breve tra Asia ed Europa.

TAGS: import kenyaexport kenyacontainer kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Querelle Italia-Kenya sui prodotti alimentari d'importazione dal nostro Paese.
Le società di import-export si sono appellate al Ministro del Commercio del Kenya per risolvere la questione del sempre più complicato processo ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In una lunga e articolata intervista ai media locali, il nuovo Ambasciatore cinese in Kenya Wu Peng, insediatosi lo...

LEGGI L'ARTICOLO

Da venerdì 8 giugno al Village Market di Nairobi va in scena la seconda edizione di "The Italian Week Expo", la settimana promossa dal Comites Kenya in collaborazione con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Secondo i sindacati e gli attivisti keniani per i diritti umani, la Cina si starebbe preparando a...

LEGGI L'ARTICOLO

Parla con il singhiozzo, il giovane Jordan Gaetano, figlio di Ennio Grasso scomparso...

LEGGI L'ARTICOLO

All'indomani della sentenza della Corte Suprema, che ha messo legalmente la parola "fine" sulla questione delle elezioni e sul nuovo mandato quinquennale di Kenyatta, atteso da tre mesi e mezzo, la reazione dell'ambiente economico...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il progetto è stato annunciato ieri dal Ministro dei Trasporti del Kenya James Macharia, che dopo aver firmato l'accordo con i colleghi di Sud Sudan ed Etiopia, ha appaltato a due...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

La Russia punta l’Africa per diventare il secondo polo commerciale dopo il gigante cinese.
Questo è...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche l’Italia, come altri mercati Europei, possono risentire della querelle sull’esportazione delle ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la prima volta il Kenya è quotato meglio dell’Italia a livello internazionale sull’accessibilità e la facilità...

LEGGI L'ARTICOLO

Effetto Coronavirus ma non solo, fatto sta che lo Scellino Keniota ha toccato i minimi ...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ corsa contro il tempo da parte del Governo per ultimare una serie di progetti di miliardi di scellini...

LEGGI L'ARTICOLO

Un altro treno merci deragliato a Mombasa, sulla linea ferroviaria che dal porto della città porta verso la vecchia linea per Nairobi, quella oggi utilizzata solamente dai convogli commerciali.
Anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Oggi, presumibilmente questo pomeriggio, il Presidente della Repubblica del Kenya, Uhuru...

LEGGI L'ARTICOLO

Migliaia di derrate alimentari a rischio deperimento, consegne in ritardo che possono fermare produzioni...

LEGGI L'ARTICOLO