Ultime notizie

MODE E TRASPORTI

I monopattini elettrici invaderanno il Kenya?

Opportunità e rischi del mercato dei trasporti in Africa

28-05-2023 di redazione

Nel 2001, invece dell’odissea nello spazio, in Kenya l’invasione dei tuk-tuk rivoluzionò gli spostamenti della gente comune, specialmente nelle cittadine della costa e nei piccoli agglomerati urbani. Qualche anno dopo, le motociclette soppiantarono le bici nel cosiddetto trasporto “boda-boda” (dall’inglese “border to border”, da confine a confine).
Ora il nuovo modo di muoversi in economia per i keniani potrebbe diventare il monopattino elettrico. Con più difficoltà per la qualità delle vie (e la quantità di strade non ancora asfaltate) ma con un potenziale di crescita che invoglia le grandi aziende produttrici di mezzi elettrici a conquistare il mercato keniano.
L’antesignana è stata l’azienda svedese Opibus, a partecipazione keniota, che dapprima ha importato veicoli elettrici per metterli sul mercato nazionale come taxi, poi ha creato un settore di “retrofit”, ovvero trasformare motori a benzina in elettrici, partendo dai fuoristrada per portare i turisti in safari. Ultimamente Opibus ha cambiato nome in “Roam Motors” e passerà dall’elettrificare vecchi veicoli a benzina e importare utilitarie, a produrre modelli da zero e particolarmente moto elettriche che siano una solida e affidabile alternativa a quelle spinte da un motore endotermico.
Il design è un fattore del tutto trascurabile per il brand. Nei paesi in via di sviluppo le due ruote infatti non sono un mezzo di svago o per il commuting, ma sono spesso l’unico veicolo di trasporto e vengono impiegate anche per soddisfare le più inimmaginabili esigenze lavorative.

Con quattro ore di ricarica di batteria e la creazione, in divenire, di centraline e stazioni per la sostituzione delle batterie. L’obiettivo finale di Roam è quello di produrre 12.000 moto entro la fine del 2023.
Naturale evoluzione, pensando alla mobilità cittadina o delle zone turistiche, è il monopattino che sta spopolando in Europa. Per questo una multinazionale già radicata a Nairobi come Decathlon, che ha già la vendita dei monopattini elettrici nel suo “arsenale”, potrebbe iniziare la commercializzazione in Kenya, anche se non sono ancora chiare le regole e non c’è un vero e proprio iter per l’importazione e l’immatricolazione.
Ma il processo è iniziato e sarà da vedere effettivamente il ruolo di questi nuovi veicoli da trasporto economico e personale e soprattutto la loro adattabilità al suolo e alle abitudini keniane.

Immaginiamo già, in alcune parti del paese, i “monobodaboda” con un passeggero a bordo per 20 scellini e i gruppi di giovani che provano a muoversi in quattro su un solo mezzo.
D’altronde il Kenya ci ha abituato da sempre ad assorbire evoluzioni o mode anche temporanee in un batter d’ali di fenicottero. Vedremo se anche nel caso dei monopattini elettrici sarà così.

TAGS: trasportiveicolielettricotuk tukbodaboda

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Un'azienda di trasporti eco-sostenibili di Nairobi ha presentato mercoledì

LEGGI L'ARTICOLO

Il Governo della Contea di Kilifi ha deciso con effetto immediato di fermare tutti i boda boda operators, ovvero...

LEGGI L'ARTICOLO

A Nairobi e Mombasa, ma ormai in ogni altra città e cittadina del Kenya, i matatu sono considerati...

LEGGI L'ARTICOLO

Safari “elettrici” nella riserva del Maasai Mara, paradiso numero uno nel mondo per gli amanti...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya ha rispettato il silenzio nella giornata di sabato, che il Presidente Uhuru Kenyatta ha voluto ...

LEGGI L'ARTICOLO

Tutti i proprietari di automobili e di motocicli in Kenya, anche i non residenti, hanno 18 mesi di tempo...

LEGGI L'ARTICOLO

La casa automobilistica francese Peugeot ha iniziato l'assemblaggio in Kenya dei suoi veicoli presso la sede di Thika della Kenya Vehicle Manufacturers (KVM). Peugeot è di fatto la più recente multinazionale che produrrà veicoli nello stabilimento vicino a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una nuova direttiva del governo, per quanto il fine sia sacrosanto, rischia di creare problemi al settore...

LEGGI L'ARTICOLO

La savana del Kenya da oggi sarà meno popolata da veicoli non autorizzati e non professionali.
I mezzi...

LEGGI L'ARTICOLO

Problemi di servizio elettrico oggi in una parte di Malindi. La Kenya Power si scusa con i suoi utenti ma ha dovuto staccare la spina per lavori in una parte della cittadina, che include Coop Bank, Stazione di Polizia, tutta...

E' stata rimandata l'applicazione della cosiddetta "Terza Licenza" per le automobili immatricolate in Kenya, la cui seconda fase avrebbe dovuto entrare in vigore da oggi. Lo ha deciso la National Transport and Safety Authority del Kenya (la loro Motorizzazione Civile)...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per il decimo mese di seguito, senza contare le tante pulizie della spiaggia, i cittadini responsabili di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Una App stile "Uber" anche per i Tuk Tuk sulla costa keniana.
Taxify, una delle app per il "ride sharing" più utilizzate nel mondo, ha lanciato a Mombasa Taxify Tuk Tuk.
La presentazione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’obbligo di cambiare le vecchie targhe dei veicoli registrati in Kenya è ufficialmente prorogato ad aprile...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora due settimane e i veicoli pubblici (PSV) in Kenya potranno riprendere a viaggiare di notte, come sempre accaduto prima del 31 dicembre 2017.
Lo ha annunciato questa mattina il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tutti i proprietari di automobili e di motocicli in Kenya, anche i non residenti, hanno 12 mesi di tempo per convertire le...

LEGGI L'ARTICOLO