Ultime notizie

SAFARI

In Kenya, nella scenografia del Re Leone

Un safari dove è stato ambientato il kolossal Disney

02-08-2019 di redazione

Che il ritorno sui grandi schermi del Re della Savana, questa volta in carne ed ossa e non in forma di cartoon, sia uno spot fantastico per l'Africa Subsahariana ed in particolare per Kenya e Tanzania, è già stato detto.
Pochi però sono scesi nei particolari dei luoghi che sono stati utilizzati dalla produzione Disney per girare le scene del nuovo "Re Leone". Oltre a Seronera in Tanzania, nel Serengeti non lontano dal confine con il Kenya, la location più utilizzata come scenografia per le avventure di animazione digitale di Simba e compagni, è l'altopiano di Laikipia, nel cuore della Rift Valley keniana.
Ebbene, dalle statistiche di Booking.com si deduce che un terzo dei viaggiatori internazionali, ultimamente viene ispirato nella ricerca dei luoghi di vacanza proprio dalle location dove vengono girati film e serie TV. 
Avverrà sicuramente anche dopo questo agosto, quando il kolossal della Disney invaderà i cinematografi del pianeta.
La Contea di Laikipia è uno dei luoghi più immaginifici ed emozionali del Kenya, nonché uno dei territori più antichi del mondo. 
E' un ecosistema inesplorato di terreno selvaggio che copre oltre due milioni di acri e ospita tribù indigene Samburu e Borana, oltre a molti kikuyu.
Gli habitat unici e variegati creano paesaggi panoramici mozzafiato, da pianure aride a montagne ghiacciate e ampie colline, il che lo rende una scelta eccellente per gli appassionati di safari più esigenti in cerca di qualcosa di autentico, lontano dai sentieri turistici.
Laikipia ospita una comunità di varie specie a rischio di estinzione, tra cui il rinoceronte nero, la zebra di Grevy, il leopardo pantera, il licaone (cane selvatico) e più di duemila elefanti. Qui si trovano anche molte altre specie di animali selvatici, come il gerenuk, l'alcefalo di Jackson e la giraffa reticolata.
A mezza giornata di viaggio da Nairobi, lungo strade che fanno entrare il viaggiatore nell'autentico clima della savana di montagna, appariranno molti degli scenari che grandi e piccoli che vedranno il nuovo King Lion potranno facilmente riconoscere.
Ma non solo, a Laikipia sono molte le riserve dove si comprende quanto sia fondamentale da protezione degli animali selvatici e delle specie minacciate.
Questo grazie all'impegno pionieristico della comunità di Laikipia e del Laikipia Wildlife Forum (LWF), istituito per promuovere la conservazione delle riserve private della zona. 

 

TAGS: safari kenyare leone kenyaviaggi kenyalaikipia kenya

Una Land Rover che riscalda la grigia domenica milanese, colorandola con immagini meravigliose della natura africana e portando per un pomeriggio i milanesi in giro per il Kenya. "Safari in città" si è rivelata un'iniziativa decisamente positiva: il Ministro del...

LEGGI TUTTO

Il 2015 e il 2016 saranno gli anni decisivi per il turismo in Kenya. 
Di questo sono convinti un po' tutti i tour operator europei che hanno a che fare con il Paese africano e che hanno investito nella gestione...

LEGGI TUTTO

Sette ore di intervento chirurgico, perfettamente riuscito, per Kuki Gallman a Nairobi.
La figlia Sveva e i più stretti collaboratori hanno confermato le condizioni serie della scrittrice italo-keniota nata a Treviso 73 anni fa.
La conservazionista è ricoverata in terapia intensiva e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una ragazzina di 10 anni, alunna della Marasi Primary School, è stata attaccata e sbranata da un...

LEGGI L'ARTICOLO

Le hanno sparato nel cuore della notte allo stomaco, ancora non si sa se per intimidazione o con l'intento di ucciderla.
La scrittrice e conservazionista di origine veneta Kuki Gallman, proprietaria di un ranch a Laikipia, nella Rift Valley del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le cifre presentate dall'ICEA, Lion General Insurance Company al Kenya Wildlife Service parlano chiaro, anche quest'anno è stata raggiunta quota 100 leoni uccisi nella savana del Kenya. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ha iniziato acquistando una villa, poi l'ha trasformata in un Luxury Bed & Breakfast (Nyumba Ya Mbuyu) e ora è diventata anche la "scusa" per andare e venire da Malindi. Dopo 30 anni d'Africa, Gianni Maitan, imprenditore veneto e mago...

LEGGI TUTTO

Una serata che ha fatto innamorare del Kenya decine di persone. 
Sabato sera a Riccione, nella cornice esclusiva del Bagno 71 e del suo "chiringuito", è andata in scena la "Serata Kenya " organizzata dal nostro portale, patrocinata dal Ministero...

LEGGI TUTTO

Un colpo allo stomaco, e la perdita di molto sangue prima del trasporto aereo, avvenuto più di un'ora dopo la sparatoria in cui è rimasta coinvolta.
La scrittrice italiana, cittadina keniota, Kuki Gallmann è abituata a lottare ed ha avuto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tanti anni sulle navi da crociera di mezzo mondo, più di dieci stagioni d'Africa e una grande passione che è ora diventata una professione. Per Alberto Michieli e Jean Pierre Monti il Kenya è stato rivelatore. Prima la scelta di...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Andrà in onda domenica alle 17.45 su Rai Tre, nella trasmissione di viaggi "Kilimanjaro" l'avventura in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Non a caso Luca Macrì, figlio d'Africa e dello storico Console Onorario di Malindi Roberto, qualche anno fa è stato nominato Ranger Onorario dal KWS. 
Non solo conosce come le sue tasche ogni fazzoletto della savana, ma è in contatto...

LEGGI TUTTO

E’ morto serenamente, per cause definite naturali dai veterinari dell’associazione “Save the Elephant” della...

LEGGI L'ARTICOLO

Piano piano tornano tutti a volare verso il Kenya.
Le compagnie aeree, spinte dalla grande richiesta di viaggi d'affari e dal rinato interesse turistico per una delle mete di safari e natura più ambite del Continente, hanno ripreso a considerare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli amici italiani degli animali salvano un leone alle porte dello Tsavo.
Un’avventura straordinaria è accaduta domenica scorsa nella Conservancy del Galana Ranch al confine con il Parco Nazionale dello Tsavo East. 
Una maledetta trappola, piazzata da bracconieri con lo scopo...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Si aggravano le condizioni della scrittrice e conservazionista italiana ma cittadina keniana Kuki Gallmann. 
Dieci giorni dopo l'attentato subito all'interno del suo ranch di Laikipia, nella Rift Valley del Kenya, la settantatreenne ambientalista autrice del best seller "Sognavo l'Africa" è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO