Editoriali

MADE IN ITALY

Sistema Italia in Kenya, ora di prendere l'occasione al volo!

Unirsi per contare e non essere sorpassati dalle opportunità

29-02-2024 di Freddie del Curatolo

Mai come in questo momento storico, in cui l’Africa è vista come un’opportunità di sviluppo per sé stessa e la sua popolazione bisognosa di uscire dalla povertà e allo stesso tempo per le zoppicanti economie occidentali che hanno necessità di nuova linfa, l’Italia può essere protagonista in Kenya.
Per farlo, ovviamente, serve l’impegno delle nostre istituzioni e la disponibilità di quelle locali e le basi che sono state lanciate nel corso dell’ultimo anno, da questo punto di vista, sono significative.
L’avvio di accordi bilaterali che riguardano vari temi (dall’import-export, alle imposizioni fiscali, alla sicurezza e alla cooperazione internazionale) sono stati seguiti già da incontri sia a Roma che a Nairobi che vanno in questa direzione e il prossimo approdo in Kenya di una nostra delegazione incaricata di mettere in pratica il Piano Mattei per l’Africa, considerando il Kenya come una delle nazioni “pilota”, dà molta speranza.

In quest’ottica e per quel che ci riguarda da vicino, sarebbe un vero peccato che chi crede in questo paese e ci opera, con attività proprie e come investitore, non possa avere voce in capitolo o quanto meno dimostrare di aver scommesso sullo sviluppo di questo paese, ed anche (ognuno a suo modo) contribuito ai tanti miglioramenti nel tempo.
Parliamo delle migliaia di stipendi elargiti, alle iniziative imprenditoriali e a quelle sociali, alle partnership con aziende locali e a tutte le relazioni proficue intessute in diversi campi, non solo ovviamente quello del turismo.

Ecco che arriva quantomai il momento di unirsi, come per un motivo o per l’altro, e soprattutto per quell’insana e radicata abitudine tutta italiana di non voler fare quadrato, badando quasi esclusivamente al proprio giardinetto, anche quando il giardino è una savana fertile e piena di risorse, non siamo mai riusciti a fare.
Il sottoscritto, che si dà da fare in Kenya anche sotto questo aspetto da 34 anni, ha visto nascere e morire, e lui stesso ha provato a mettere insieme, associazioni di categoria, di appartenenza e di aree in cui operano gli italiani, proponendosi e agendo più volte come tramite, interlocutore, responsabile, finché non si è trovato irrimediabilmente solo e poco rappresentato.
Ma la speranza non è venuta meno e, anche se gli anni avanzano ed ogni volta penso possa essere l’ultimo tentativo, ho intenzione di riprovarci.
Come leggerete negli altri articoli, attraverso la “vetrina” del portale degli italiani in Kenya e le sue diramazioni social, ma soprattutto attraverso tutto il lavoro che c’è dietro le quinte ma non si vede, quest’anno stiamo tornando ad avere un buon numero di affiliazioni e contiamo che altre aziende, attività e anche singole persone che hanno interessi in questo paese o pensano di averne nel prossimo futuro, aderiscano. Perché non si tratta solo di sottoscrivere, di pagare una quota o di avere un ritorno mediatico e pubblicitario. Si tratta di essere parte del “sistema Italia in Kenya” e far sentire che siamo una forza che è presente da tempo, per contarci e contare e non farci sorpassare dal nuovo ed esterno che avanza.

Presto verrà lanciata una nuova grande iniziativa per promuovere il Made in Italy in Kenya e noi siamo stati interpellati ed abbiamo accettato di guidarla dal Kenya.
Per tutti quelli che hanno interesse ad essere una realtà italiana degna di considerazione in questo paese, il consiglio è quello di prendere l’occasione al volo, contattarmi alla mail info@malindikenya.net o su whatsapp al +254720178982.

Fidatevi e cercate di sentirvi per una volta parte di un’unica entità ed identità, quella degli italiani in Kenya.
Freddie del Curatolo

TAGS: made in italyassociazioneItalia

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Tante novità nel negozio di Watamu dell’importatore italiano Taste Italy. Il punto di riferimento per...

LEGGI L'ARTICOLO

Con l’arrivo della stagione, la riapertura di locali e resort a Watamu, torna l’ampia scelta di prodotti...

LEGGI L'ARTICOLO

La voglia d’Italia non è solo quella di turisti che speriamo arrivino presto, ma quella di tanti...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Quando in Kenya gli italiani si uniscono e promuovono insieme il “Made in Italy”, esce...

LEGGI E GUARDA LE IMMAGINI

L’Ambasciatore d’Italia in Kenya, Roberto Natali, ha conferito quattro onorificenze di Cavaliere della Stella...

LEGGI E GUARDA LE IMMAGINI

La notizia era già arrivata con l'acquisizione da parte del colosso del trasporto aereo Qatar Airways da parte di Air Italy e di conseguenza Meridiana Fly, che comunque....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha prospettato per il centro spaziale Luigi Broglio...

LEGGI L'ARTICOLO

Il nuovo spazio di "Tagliati & Colorati" del Lawford's è sempre più il punto di riferimento del benessere a Malindi.
Non solo per l'esperienza e la professionalità dell'hairstylist Dennys Pomponi, ma anche grazie al suo moderno concept: un centro benessere...

LEGGI TUTTO

Com’è noto e già segnalato dai principali organi di stampa, l’assemblea degli azionisti di Air Italy, ovvero...

LEGGI L'ARTICOLO

Dal 2008, anno della sua apertura, il Portale degli Italiani in Kenya, Malindikenya.net, può contare ogni...

ENTRA E SCOPRI

Da domani, martedì 25 febbraio, ufficialmente non si può più venire in Kenya dall’Italia con i voli...

LEGGI L'ARTICOLO

Come tante strutture turistiche sulla costa del Kenya, molti residenti e altrettanti...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Si chiama “Taste Italy” ma altro che assaggi di prodotti del nostro paese!
L’importatore di Watamu da anni...

LEGGI L'ARTICOLO

L'Associazione Italiana Kilifi County si riunisce per l'assemblea generale annuale il prossimo 10 febbraio alle ore 17 al Bar Bar di Malindi.

LEGGI TUTTO

Novità di settembre all'OIimpia Club di Casuarina a Malindi.
Da ...

LEGGI L'ARTICOLO

Come tutti gli anni, il Kenya a luglio è pronto a ricevere i voli charter che i tour operator sono in grado di riempire, a partire solitamente dall'ultima settimana del mese.
Anche quest'anno le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO