Ultime notizie

TASSE E COSTI

'Ufficiali gli aumenti dei servizi dell'immigrazione in Kenya'

Annuncio del ministro Kindiki, e sui permessi per stranieri...

06-03-2024 di redazione

Dalle parole del ministro degli Interni keniano, Kithure Kindiki, sembra ufficiale che da questo mese gli aumenti dei servizi dell’ufficio dell’immigrazione del Kenya contenuti nella revisione apparsa sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 6 novembre 2023, siano effettivi.
Secondo quanto annunciato da Kindiki ai media, le nuove tariffe, con aumenti sostanziosi, fino al 200%, riguardano e colpiscono specialmente i cittadini keniani, data le condizioni economiche non buone di molti. Si tratta di aumenti che riguardano il rilascio e la sostituzione di documenti d’identità, passaporti, certificati di nascita, matrimonio e morte.

La giustizia nazionale aveva bloccato la riforma, pochi giorni la pubblicazione, citando in primis la mancanza del processo obbligatorio di partecipazione pubblica prima di approvarla. Kindiki ha rassicurato i cittadini che la pubblica partecipazione è stata svolta, e ha dato il via libera ai nuovi costi di servizi.
In realtà, secondo una petizione presentata alla Corte di Nairobi, era citata anche l’incostituzionalità di aumenti così alti ed alcune tariffe erano state riviste.

Per fare un esempio, per chi richiedeva una carta d’identità, fino al mese scorso, non c’erano spese, mentre adesso il richiedente dovrà pagare Kes. 300.
Allo stesso modo la sua sostituzione con il nuovo documento con microchip comporterà una tassa doppia, Kes. 1.000, rispetto alla precedente tassa di 500.
Per ottenere un certificato di nascita o di morte, i richiedenti dovranno versare Kes 200, con aumento di quattro volte superiore alla tassa precedente (Kes. 50). Così per la registrazione di nascite o decessi che comporterà una tassa di Kes 500, in aumento rispetto alla precedente tassa di Kes 150.
Dal 50 al 75% gli aumenti che riguardano il rilascio del passaporto: si va dai Kes. 7.500 per un libretto ordinario da 34 pagine, mentre il libretto da 50 pagine ne costerà 9.500. Per avere un passaporto “espresso” si arriverà a pagare Kes. 30.000.

Ma veniamo ai residenti stranieri. Se come è stato detto dal ministro, gli aumenti contenuti nella riforma apparsa sulla Gazzetta Ufficiale sono effettivi, i permessi di lavoro subiranno aumenti mai visti che hanno già provocato critiche da parte delle rappresentanze dei paesi stranieri nel paese.
Secondo le nuove tariffe, un permesso di lavoro da imprenditore, da Kes. 200 mila per due anni, passerà a 500 mila (aumento del 150%) e quello di un dipendente da Kes. 400 mila addirittura a 1 milione, con le tasse per presentare la richiesta triplicate, da 10 mila a 30 mila scellini.
Sono previsti aumenti considerevoli anche per gli Special Pass, per l’applicazione per il Dependant Pass, che era gratuita, ora bisognerà pagare 200 dollari. Nella stessa revisione, era segnalata anche la nuova tassa per l'estensione del visto turistico dopo i 3 mesi, che passa da zero a 100 dollari, e l'introduzione dell'estensione dopo i 6 mesi, che prima non era possibile e che ora dovrebbe costare 200 dollari. Condizionale d'obbligo, perché non c'è ancora comunicazione ufficiale.

Attendiamo quindi che il servizio dell’immigrazione confermi quanto affermato dal ministro degli Interni e capire se la giustizia keniota sarà nelle condizioni di opporsi nuovamente a questa mossa che, nei piani del governo, dovrebbe risanare parte del bilancio dello Stato, aumentando la raccolta di entrate fino a 2.600 miliardi nell'attuale anno finanziario.

TAGS: serviziimmigrationkindikiaumentitassetariffepermessiestensione

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Tutto bloccato, per ora visti e permessi non aumentano in Kenya.
Il ministero,,,

LEGGI L'ARTICOLO

Il governo keniano ha confermato che è sua intenzione applicare una serie di aumenti a tutti i...

LEGGI L'ARTICOLO

Le nuove tariffe dell’ufficio immigrazione del Kenya sono ufficialmente state applicate, per i primi...

LEGGI L'ARTICOLO

Dal periodo delle restrizioni pandemiche, con la riapertura del turismo dall’Italia verso il Kenya, alcuni...

LEGGI L'ARTICOLO

Da marzo ad aprile, come ogni anno, decine di italiani che trascorrono l’inverno europeo nel caldo ed ...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra le tante proposte negative, specialmente legate ad aumenti di costi e tariffe, le ...

LEGGI L'ARTICOLO

A poche ore dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale del Kenya di cui vi...

LEGGI L'ARTICOLO

I sessanta giorni per regolarizzare la propria posizione da lavoratore straniero in Kenya sono scattati da ieri.
Il Ministro degli Interni Fred Matiang'i ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da qualche settimana i frequentatori non residenti del Kenya, e particolarmente chi a novembre viene a "svernare" per più di tre mesi nello splendido clima di Malindi e delle altre località turistiche della Contea di Kilifi, sono soggetti al timbro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E IL COMUNICATO

Le nuove misure decise dal governo keniano a partire dallo scorso 1 gennaio, con l’abolizione del visto online...

LEGGI L'ARTICOLO

Come abbiamo ampiamente riferito, sta per entrare in vigore, nei prossimi giorni in...

LEGGI L'ARTICOLO

Aggiornamenti di malindikenya.net sulle operazioni di verifica dei permessi di lavoro e di residenza in Kenya per gli stranieri, da parte dell'Ufficio Centrale dell'Immigrazione di Nairobi.
Grazie a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un fulmine a ciel sereno per cittadini keniani, turisti e residenti stranieri arriva...

LEGGI L'ARTICOLO

L'ufficio della Tourism Regulatory Authority di Malindi ci ha chiesto di diffondere la lista dei Bed & Breakfast, Boutique Hotel, case private o appartamenti che affittano tramite internet.
Le autorità...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

CONSOLATO ONORARIO DI MALINDI

A TUTTI I CONNAZIONALI VISTO TURISTICO

Si fa presente a tutti i Connazionali...

LEGGI TUTTO IL COMUNICATO

Come molti di voi avranno imparato ad apprezzare negli anni (e tra poco ne compiamo 15…) Malindikenya.net è...

LEGGI L'ARTICOLO