Ultime notizie

NEWS

Medici keniani in sciopero con gli infermieri

Tamponi ai minimi storici, si cerca un accordo in extremis

22-12-2020 di redazione

Non è un caso che in questi giorni i dati dell’emergenza Covid-19 riguardino pochissimi tamponi analizzati (2500 circa ieri) e che il numero dei positivi ufficiali sia ridotto ai minimi storici (114).
Il Kenya infatti sta per affrontare una grossa crisi sanitaria, dopo che i medici ieri si sono uniti agli infermieri e agli ufficiali dei laboratori in uno sciopero in tutto il Paese dopo una proroga di due settimane e un ultimatum scaduto domenica sera.
Proprio due settimane fa, alla vigilia dello sciopero generale indetto da tutte le categorie di operatori sanitari del Kenya, sembrava che la crisi potesse essere risolta.
Anche il Senato, nell’approvare alcune risoluzioni su straordinari, pensioni e assicurazione sulla vita dei lavoratori ospedalieri, aveva aperto spiragli. Ma ancora ieri all’atto pratico non si sono viste le applicazioni pratiche di tali concessioni.
Così le associazioni di categoria si sono riunite e hanno lanciato un monito finale al Ministro della Salute Mutahi Kagwe. “Non deve lanciarci intimidazioni – hanno detto al suo indirizzo – ma accogliere le nostre proposte, punto e basta”.
Il senatore di Narok Ledama ole Kina, che ha co-presieduto la sessione in Parlamento, ha supplicato gli operatori sanitari di non abbandonare i malati in questo delicato momento.
Il deputato Joshua Kuttuny ha detto ai medici di segnare le trattative di ieri come parte della soluzione alla loro situazione, e di eliminare l'avviso di sciopero in quanto si inizia a vedere la "luce alla fine del tunnel".
“Siamo aperti al dialogo, ma se le condizioni che abbiamo stabilito non saranno definite , tutti i medici del Paese, compresi quelli che insegnano nelle università, resteranno a casa” ha detto un rappresentante del Sindacato.
Le questioni principali (mancanza di dispositivi di protezione individuale, adeguamenti agli standard di sicurezza per evitare altre morti tra gli operatori, dopo le 30 già avvenute da marzo) si trascinano da quasi otto mesi e si sperava di non dover arrivare fino ad un momento critico come quello delle feste natalizie per mettere ciascuna delle parti in confronto con la propria coscienza.
I quadri dei medici che saranno in sciopero comprendono gli stagisti dei medici ufficiali, i farmacisti stagisti, gli stagisti dei dentisti, i medici ufficiali, i farmacisti, i dentisti, i medici specialisti e tutti i soprintendenti medici.
Nel frattempo sabato, il Ministro Kagwe ha confermato il braccio di ferro con i sindacati, dando ordine ai governi della Contea di pubblicare annunci di lavoro per sostituire gli operatori sanitari in sciopero. Mutahi ha esortato più di 8.000 infermieri disoccupati a candidarsi per i posti vacanti.
(fonte: People Daily)

TAGS: medici kenyasciopero kenyainfermieri kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Dopo cento lunghissimi giorni, soprattutto per i pazienti di tutto il Kenya, i medici hanno deciso di far rientrare la loro protesta e di tornare negli ospedali.
Lo sciopero nato per affermare i propri diritti, sanciti da un contratto di...

LEGGI TUTTO

Finalmente dopo cinque mesi di agitazioni sindacali, è terminato lo sciopero nazionale degli infermieri e infermiere in Kenya.
Complice lo stallo politico delle elezioni e la sua ben nota...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un gesto importante di nostri connazionali rende l’attività dei medici dell’Ospedale Generale di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Nairobi, la Capitale. Il centro con il maggior numero di laboratori per processare tamponi e il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Tre mesi di sciopero. I medici keniani non mollano ma anche il Governo non cede di un millimetro, e ovviamente chi ci rimette sono i pazienti kenioti che non hanno la possibilità di affidarsi alla sanità privata. Il governo non ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un improvviso sciopero dei dipendenti dell'aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi, annunciato poche ore prima di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Finalmente la Contea di Kilifi può disporre di una struttura sanitaria moderna dedicata all’emergenza...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Ennesima giornata senza decessi per Covid-19 in Kenya.
Un segnale...

LEGGI L'ARTICOLO

Operazioni di sdoganamento a rischio da questa settimana al porto di Mombasa.
Venerdì è stato indetto uno sciopero ad oltranza dei 1350 operatori doganali, per il rinnovo delle loro licenze da parte della Kenya Revenue Authority.
Lo scrive il quotidiano nazionale...

LEGGI TUTTO

Il Kenya guarda a Cuba per migliorare il suo servizio sanitario.
Durante la recente visita del Capo di Stato keniano Uhuru Kenyatta all'Avana...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mentre in tutto il Kenya continua a dilagare lo sciopero dei medici che sta mettendo in crisi il già provato apparato sanitario pubblico, a Malindi e dintorni ci sono sempre italiani dal grande cuore che si mettono a disposizione per...

LEGGI TUTTO

Calano significativamente in Kenya i pazienti affetti dal virus HIV, secondo i dati trasmessi dal Ministero della Salute.
Importantissime soprattutto le percentuali ufficiali riguardanti la trasmissione "naturale" dell'AIDS tra madre e figlio.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo accontenta i medici keniani su tutti i fronti evitando proteste reiterate che avrebbero...

LEGGI L'ARTICOLO

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Sono finalmente liberi ed in buone condizioni di salute Assel Herrera e Landy Rodriguez, i ...

LEGGI L'ARTICOLO