Ultime notizie

EDITORIALE

Ritratto del presidente del Kenya, è obbligatorio esporlo?

Non c'è legge, si attendono conferme dal nuovo governo

16-09-2022 di Freddie del Curatolo

E’ un business di strada che in Kenya iniziò nel 2002 e che funzionava, se andava bene, per qualche settimana ogni cinque anni e nella peggiore delle ipotesi ogni dieci. Allorché il risultato delle elezioni proclamasse un nuovo presidente e non confermasse il mandato di quello precedente.
Si trattava della produzione e vendita dei ritratti del nuovo presidente, già incorniciati, da appendere nel proprio ufficio o negozio come da obbligo di legge, istituita fin dall’indipendenza del Kenya nel 1963, con il ritratto del padre della patria Jomo Kenyatta che andava a sostituire quello della recentemente scomparsa regina Elisabetta II.
I venditori ambulanti di ritratti del presidente si aggiravano per città e cittadine e si sporgevano all’ingresso di ogni attività agghindati come alberi di Natale con il volto replicato del “rais” al posto delle palle. Quasi una metafora. Dopo qualche giorno dall’insediamento del nuovo presidente, iniziava invece un’altra sfilata, quella di ufficiali di polizia o governativi che passavano a controllare che il ritratto fosse stato cambiato e minacciavano multe salate per chi non si era adeguato (sappiamo tutti come andava a finire quasi sempre).
Stiamo parlando al passato, perché quest’anno gli spacciatori di ritratti per strada sono spariti. Non tanto per disabitudine, dopo la conferma di Kenyatta nel 2017, ma perché la legge non è più chiara.
E’ obbligatorio per tutti tenere la foto del presidente in bella vista in un locale pubblico o lo sarà solo negli uffici governativi? Banche, assicurazioni ed altri istituti che offrono servizi fondamentali, devono affiggerla o no?
Di sicuro tutti gli ambiti istituzionali, dalle stazioni di polizia ad ospedali e uffici pubblici dovranno esporre il ritratto del nuovo presidente William Ruto. Per questo motivo il governo, il giorno dopo del giuramento nel nuovo leader della nazione, ha reso noto quale deve essere il ritratto ufficiale da utilizzare.

Quindi, nonostante la notizia passi in second’ordine e non ci siano venditori in giro, sarà obbligatorio per tutti affiggere il ritratto del presidente Ruto quest’anno? E dove si compra?

Da quanto riferiscono i media, il governo ci sta pensando, perché non esiste una vera e propria legge che stabilisca che non solo i locali collegati direttamente o indirettamente con lo Stato, ma anche aziende e privati aperti al pubblico debbano averlo. Per acquistarlo, nel frattempo il Ministero delle Telecomunicazioni ha avvertito che quello ufficiale si troverà in vari uffici amministrativi del governo in ogni distretto del paese a soli Kes. 300.
Altra botta di grazia per gli ambulanti. In ogni caso anche in quest'ultima dichiarazione non si parla di obbligo per i privati.
L’ultima indicazione in merito è avvenuta nel 2013 per voce dell’allora Ministro delle Telecomunicazioni Bitange Ndemo che annunciò: “Gli uffici governativi hanno l'obbligo di esporre i ritratti. Quelli del settore privato possono farlo a loro piacimento”.
Durante le contestate elezioni del 2017 che sono state fatte ripetere e hanno comunque sancito il secondo mandato del presidente Kenyatta e la sconfitta di Raila Odinga e di conseguenza il “non cambio” del ritratto, il Ministero degli Interni era stato costretti a pubblicare un avviso che metteva in guardia i commercianti dal rimuovere i ritratti di Kenyatta in segno di ribellione, seguendo le direttive emanate dall'opposizione di Odinga.
Era stato così sollevato un caso: semplicemente rimuovere il ritratto presidenziale da un’attività privata era dunque da considerare reato?

Il portavoce del governo Manoah Esipisu dichiarò finalmente che non era obbligatorio per i cittadini esporre il ritratto del presidente, anche se si consigliava a tutti di farlo per mantenere la tradizione. Ma anche questa è solo una dichiarazione.

"Anche negli uffici governativi, nelle democrazie di tutto il mondo è prassi esporre il ritratto del presidente in carica. Per gli altri non c'è alcun obbligo legale in tal senso". Ha dichiarato il governatore di Makueni, Mutula Kilonzo. Oltretutto l'articolo 9 della Costituzione identifica i simboli nazionali del Kenya come la bandiera nazionale, l'inno nazionale, lo stemma e il sigillo pubblico. Il ritratto del Presidente non è elencato tra i simboli.

Probabilmente solo l’entourage di Ruto o lui stesso in persona potrà togliere l’ultimo dubbio e decidere di optare su un ritorno “alla vecchia” o lasciar scegliere ai singoli cittadini, senza permettere che nessuno se ne approfitti. Con buona pace degli alberi di Natale ambulanti.

TAGS: ritrattorutoobbligolegge

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Lo aveva detto in campagna elettorale riferendosi specialmente ai cinesi e a tutti gli stranieri che “hanno...

LEGGI L'ARTICOLO

"L'aeroporto internazionale di Malindi si deve fare, e i lavori inizieranno sicuramente il prossimo anno".
L'importante dichiarazione questa volta non arriva né da un politicante locale, né dagli aruspici del turismo.
E' stato il Vice Presidente Ruto ad affermarlo, durante...

LEGGI TUTTO

Il nuovo presidente del Kenya William Ruto ha reso nota la lista completa dei ministri del suo...

LEGGI L'ARTICOLO

Il nuovo governo keniano è pronto a ricevere proposte di partnership, finanziamenti con ritorni, project...

LEGGI L'ARTICOLO

Raila Odinga, il candidato sconfitto ieri alle presidenziali del Kenya, ha deciso di contestare alla...

LEGGI L'ARTICOLO

William Ruto è il quinto presidente del Kenya. Il vicepresidente del governo Kenyatta negli ultimi dieci anni è stato...

LEGGI L'ARTICOLO

Da domani il Kenya volta ufficialmente pagina. I dieci anni di amministrazione Kenyatta sono...

LEGGI L'ARTICOLO

A settanta giorni dalle elezioni nazionali, la campagna dei pretendenti al ruolo di prossimo presidente della...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Mancano tre giorni al verdetto finale della Corte Suprema del Kenya sulle elezioni...

LEGGI L'ARTICOLO

A 110 giorni dalle elezioni nazionali in Kenya, con una campagna elettorale già avviata e i media che non...

LEGGI L'ARTICOLO

Governi di Kenya e Italia sempre più coinvolti in programmi di scambi e sviluppo, dopo il recente incontro del Vicepresidente del Kenya William Samoei Ruto con il Vice Premier italiano Luigi Di Maio e con il Ministro degli Affari Esteri...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A ottanta giorni dalle elezioni nazionali, le squadre sembrano ormai fatte.
Il condizionale...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Il Vicepresidente del Kenya William Ruto è a Roma per una visita programmata per rinforzare i rapporti bilaterali, specialmente in chiave economica, tra Kenya ed Italia. A margine di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Primo incontro ufficiale tra il Presidente del Kenya William Ruto e il nuovo Ambasciatore d’Italia in...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente keniano Uhuru Kenyatta ha approvato una nuova legge che punirà con multe fino a 50 mila dollari (circa 5 milioni di scellini) o due anni di reclusione, chiunque divulghi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'annuncio è stato dato pochi minuti fa, alle 16.50 ora locale, dal quotidiano online Daily Nation.
Secondo la testata, il candidato presidente dell'Opposizione del Kenya Raila Odinga si sarebbe ritirato dalla ripetizione delle votazioni presidenziali.
La decisione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO