Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Il Mio Kenya...per quando tornerà il turismo

Mal D'Africa dopo la prima vacanza, ecco com'è possibile

11-10-2020 di Daniela Bussolino

Non voglio influenzare nessuno anche se in questi momenti mi sembra di essere un testimone di Geova… ma l’Africa e soprattutto il Kenya sono bellissimi, è inutile dire altro, e se non li avete ancora apprezzati cercherò di venderveli in altro modo… nel modo in cui la si vivrebbe da turisti.
Si arriva a Mombasa passando da 15 gradi italiani a 35 con tasso di umidità del 70%, comincerete a sudare come cammelli, vi spoglierete e comincerete a lamentarvi del caldo e soprattutto della fila che si deve fare per l’immigrazione.
Mettete in conto almeno un’ora e mezza di pazienza nel caldo soffocante dell’aeroporto che chiaramente non ha aria condizionata ma ha più dispositivi anti covid della Nasa.
Morirete di caldo ma senza covid!
Finalmente usciti verrete avvolti da un caldo soffocante e odore di sudore di neri che sventolano davanti a voi mille cartelli per farvi orientare. Niente panico!
Basta trovare il “vostro” keniano e il gioco è fatto!
Arrivati in macchina con aria condizionata a 18 gradi comincerete a guardarvi intorno e, poco a poco se starete attenti, anche solo nel tragitto fino al resort potrete vedere preziosissimi scorci di vita di Africa vera: i mercati per strada, gli ambulanti, i tuk-tuk, i fabbricanti di mobili e quant’altro vi può passare sotto gli occhi, una vera meraviglia, sembra quasi un paesaggio immaginario, da sogno, niente ci può apparire più strano ed affascinante.
Una volta giunti nel resort verrete accolti in maniera eccellente con balli, canti e drink e da lì potete iniziare a pensare come vivere la vostra vacanza.
Ricordo la prima volta che arrivai in kenya, eccitatissima e pronta a mille avventure, già solo il fatto di essere sotto un tetto in makuti mi rendeva felice e non vedevo l’ora di iniziare a vedere il MIO KENYA.
Ma torniamo a voi…
Tempo di cambiarsi e rinfrescarsi e verrete proiettati nel magico mondo delle infinite escursioni e già in questo momento vi starete pentendo di aver prenotato una settimana invece di due!
Sapete già che non vi basterà il tempo e praticamente del resort vi rimarrà solo l’immagine dell’ingresso e della prima mezza giornata in piscina!
Eh si, ci sono miriadi di cose da fare e da vedere, ognuna più bella e spettacolare dell’altra, elenchiamone qualcuna per esempio se state in zona Malindi…
Safari blu(e andrete a mangiare del fantastico pesce su un’isola che emerge solo con la bassa marea oltre ad osservare da vicino i meravigliosi pesci e le stelle marine che vivono in loco).
Marafa (spettacolare canyon), la visita alle mangrovie ecce cc… ma vogliamo parlare del TOP del TOP?
Il safari!!!
Vi alzerete all’alba maledicendo chi vi ha convinti a farlo, verrete cacciati su un pulmino senza aria condizionata che vi porterà fino al Parco Nazionale, a quel punto sarete stanchi sudati ed assetati ma solo vedere le scimmiette dalle palle blu e i coccodrilli a meno di 2 metri vi farà passare tutto e avrete solo voglia di vedere di più!
Quindi via! Si acquistano il cappello da safari e altre mille stronzate e si parte!
Ed eccoci, tutti in piedi sul pulmino del safari che ha il tetto alzato per permettere ai turisti di guardare e fotografare meglio l’esterno.
Ora, a parte gli elefanti e le giraffe che viste le dimensioni si vedono per benino, per tutto il resto si sente il conducente che dice: “Leone, gazzella, facocero ” eccetera...e tutti fotografano una pietra, perché in realtà loro ci vedono molto meglio di noi e il leone era a dieci metri di distanza, ma a furia di fare foto prima o poi qualcosa lo prendete… io non mi sono resa conto di aver visto dei ghepardi fino a quando non ho visto la foto che gli avevo fatto!
Quindi non scoraggiatevi, le foto dei primi piani sono state fatte con ore di appostamento, noi poveri mortali non ci riusciremo mai!
Se andate in un campo tendato la sera inizia la seconda parte dello spettacolo.
Mangerete intorno ad un falò (che meraviglia) con le scimmie che tentano di portarvi via il cibo ed il masai che dopo aver fatto il racconto serale vi porterà dentro una tenda in mezzo alla savana… unico metodo di allarme in caso di attacco è urlare “Masai Masai” e lui arriva con il bastone!
E voi vi fiderete che con un bastone caccerà via leoni ed elefanti… ma tanto non succede mai quindi godetevi il vostro campeggio e se sarete così fortunati da avere animali che passeggiano intorno alla tenda, fate silenzio ed ascoltate la natura!
Ma che meraviglia è arrivare alla propria tenda e scoprire che proprio lì c’è il pozzo artificiale per gli animali e godersi il tramonto africano guardando a meno di due metri elefanti, gazzelle, giraffe, zebre ecc che vengono ad abbeverarsi? Penso che non ci sia niente di più meraviglioso… questa è Africa!
La mattina dopo verrete buttati giù dalla branda più o meno all’alba perché si sa, i felini o li vedi all’alba o al tramonto e quindi via pulmino e macchine fotografiche armate e comincia la corsa! Gli autisti si parlano e si scambiano le posizioni, si corre e finalmente… il leone, a 2 metri incredibile! Basta più foto alle rocce, il leone è lì e si resta increduli, si vorrebbe scendere a toccarlo da quanto è tranquillo, ma non si può fare e quindi tutti via a fare selfie con il leone da mandare agli amici!
Il viaggio di ritorno vi sembrerà infinito e quando tornerete nel resort sarete distrutti ma nel frattempo avrete vissuto una delle più belle esperienze che si può vivere in africa, il contatto anche se a distanza con animali che finora non avete mai visto nel loro ambiente se non in televisione!
In tutto ciò finora ho omesso il popolo keniota, anche loro devono mangiare e quindi quando li troverete sulle spiagge o durante le escursioni a “stressarvi” con i loro prodotti da vendere, cercate semplicemente di spiegargli che non li volete, non li trattate male, siete voi a casa loro!
E loro sono un popolo fantastico, basta solo avere voglia di conoscerli!
E comunque quando poi rientrerete nel resort vedere tutti i colori dei fiori, le palme al momento del tramonto, i profumi africani vi faranno dimenticare lo “stress” da vu cumprà
E dopo escursioni e safari vi svegliate e scoprite che è l’ultimo giorno e quindi via di shopping compulsivo a malindi per portare ricordini e poi … e poi la tristezza, guardare l’ultimo tramonto dietro le palme e sapere che in italia una cosa così non si vedrà mai.
Ed è fatta! Mal d’Africa attecchito!
Non vedrete l’ora di rivedere quei tramonti, quei panorami, sentire i profumi e gli odori e dirti… SONO A CASA!!!!

TAGS: mal d'africa kenyaturismo kenyavacanza kenyaricordi kenyaracconti kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Ti ricordi quante volte hai sognato il Kenya?
I suoi...

LEGGI L'ARTICOLO

Per il quarto giovedì di seguito, tutto esaurito e grande attenzione con applausi convinti al Baby Marrow di Malindi, per la rassegna di racconti, poesie e musica "Io conosco il canto dell'Africa" ideata e condotta da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A grande richiesta lo spettacolo di musica, racconti ironici, poesie e cabaret di Freddie del Curatolo e Marco "Sbringo" Bigi, replica per due serate speciali a Watamu e Malindi.
Martedì 16 gennaio Freddie e Sbringo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una storia appassionante, di tempi che furono e di chi sogna di riviverli, fino a tornare dove i racconti che ha ascoltato nacquero.
E' il Kenya di "Il signore delle pianure", il libro dello scrittore spagnolo Javier Yanes, pubblicato in Italia...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Giovedì 25 gennaio andrà in scena la sesta serata settimanale consecutiva per gli spettacoli di Freddie e Sbringo al Baby Marrow Art & Food di Malindi.
Non è il caso di parlare di "sesta replica" perché ognuna delle serate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Quella cosa in swahili la dobbiamo fare, e il ricavato lo diamo ai bambini di Malindi”.
I ricordi ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una serata di racconti sul Kenya e sull'etnia Mijikenda questo martedì a Figino Serenza in provincia di Como.
Con ingresso gratuito, nella splendida ed elegante cornice di Villa Ferranti, sede della biblioteca comunale, il direttore di Malindikenya.net presenta "Il Viaggio dei Mijikenda...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un viaggio durato esattamente due mesi, ogni settimana a Malindi.
Una carrellata di racconti, poesie, canzoni, suggestioni nella sala del Baby Marrow Art & Food Gallery di Malindi, tra un piatto della cena e un drink.
Freddie del Curatolo ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un altro giovedì all'insegna dello stare insieme con la classe e l'eleganza del musicista Marco "Sbringo" Bigi, che ben s'intona con le opere d'arte di Gian Paolo Tomasi alle pareti del Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi.
Ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una vacanza, per caso. L'impossibilità di non farvi ritorno. Un safari indimenticabile.
Come avevo fatto a vivere senza di Lei fino ad ora? E a considerarla una meta di vacanza come le altre?
Africa, mi hai conquistato senza dirmelo, facendoti...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il rimpasto del Governo voluto dal Presidente Uhuru Kenyatta per fronteggiare una crisi politica dovuta a scandali e truffe che hanno coinvolto alcuni ministri, ha fatto sì che al Ministero del Turismo tornasse una vecchia conoscenza degli imprenditori e dei...

LEGGI TUTTO

Già un bel pienone a Malindi per la prima delle cinque serate di agosto del nuovo spettacolo a ...

LEGGI L'ARTICOLO

Quest'anno Freddie del Curatolo ha scelto i bambini come pubblico per raccontare le sue storie di Kenya, tra natura, solidarietà e momenti divertenti.
Sono le scuole elementari, particolarmente le quarte e le quinte, ad ascoltare i racconti che partono dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Può la storia degli italiani in Kenya essere racchiusa in una serata di racconti e canzoni?
L'unico che forse può provarci è Freddie del Curatolo, scrittore performer e direttore del portale malindikenya.net, con la preziosa collaborazione del Maestro Marco "Sbringo"...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Come è arcinoto, la Festa degli Innamorati cade il giorno di San Valentino, mercoledì 14 febbraio.
Ma a Malindi c'è anche chi festeggia il giorno dopo, San Faustino, protettore dei ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quella che riguarda l'Africa, e in particolare il Kenya, non è una bibliografia facile.
Oltre a fregiarsi di innumerevoli titoli, come è normale per un argomento così vasto i cui primi scritti (diari di viaggio e di commercio) si perdono nell'anno...