Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Più di ogni altra cosa Africa

Ti amo Africa, nakutamani

26-07-2016 di Anna Merlo

Fuori piove, piove davvero forte e fa tantissimo freddo.
Chiudo gli occhi e cerco di immaginarmi la pioggia del Kenya.
Ricordo quando andavamo in moto in mezzo al bush con gli occhiali da sole e pioveva ed io ridevo, ridevo tanto.
Continuo a ricordare, attimi, momenti, pensieri, tutto ciò che ho vissuto, tutte le esperienze passate.
Cammino sulla spiaggia bianca, come sottofondo le onde del mare e voci lontane.
Sorrido ancora.
Mi fermo a guardare l’orizzonte.
Respiro.
Chiudo gli occhi e alzo la testa verso il cielo e sento i raggi del sole sulle mie guance.
Sorrido, sorrido, sorrido, non riesco a smettere di farlo. Il vento mi sposta i capelli e li fa volare a ritmo di una musica già sentita.
Riprendo a camminare verso una meta sconosciuta, per il semplice gusto di farlo.
Passo sotto gli scogli abbassando la testa, vedo qualche granchietto rosso che si nasconde. Credo proprio di essere nel posto giusto. Ogni tanto incontro qualcuno che mi saluta sorridente e mi chiede come sto pur non conoscendomi ed allora sorrido e rispondo, sono proprio felice.
Poco dopo sono in una macchina diretta a Malindi. Passiamo per tanti villaggi e so che, anche se sembrano tutti uguali, ognuno ha una sua storia. Sorrido ancora perché ogni volta che passiamo vicino a qualche persona puntualmente questa ci saluta urlando “Jamboo mzunguu!” e questo, pur avendolo vissuto centinaia di volte, mi fa sempre ridere. I bambini ci rincorrono scalzi e gridano “Jambooo, caramellaa” con un enorme sorriso che fa sorridere anche me. Siamo a Malindi, caotica e meravigliosa Malindi. Moto, tuk tuk, matatu, moto-taxi, macchine, persone a piedi ed in bicicletta. Grida, persone che parlano, chi cerca disperatamente di vendere i propri prodotti agli angoli della strada, chi sta semplicemente seduto sopra la propria moto all’ombra di un albero, chi cammina verso una meta ignota, chissà dove sta andando, probabilmente non lo sa nemmeno lui. L’autista ci parla, ci chiede come ci chiamiamo e mette la musica, non so come riesca a guidare qui in mezzo. E’ felice anche lui, sempre hakuna matata. Facciamo tappa di qua e di la, vediamo tante persone, sorridono spensierate. E’ ora di tornare a casa, passiamo di nuovo per i villaggi di prima, l’autista sorride e ci dice la solita frase “massaggi gratis”, sarò strana ma io le amo queste buche, mi piace proprio questa strada sterrata. La natura, meraviglia estrema, meraviglia selvaggia. Sono felice, l’ho già detto che sorrido? Beh, lo sto facendo ancora. Quando sono qui lo faccio in continuazione, la sera dopo una giornata di risate mi fanno quasi male le guance. E’ buio e sto seduta su uno sdraio a guardare il cielo, ho i brividi, ma non per il freddo. Sono emozionata, dopo così tanto sono di nuovo qui, a casa, casa mia. Guardo le stelle, sono tantissime, solo in Africa il cielo è così bello, di giorno hai la sensazione di poterlo toccare con un dito e di notte ci si può perdere ad osservare quegl’infiniti puntini luminosi pieni di speranza. Mille desideri potrei esprimere in questo momento, ed invece non riesco a chiedere di più. Sto vivendo il meglio del meglio. Apro gli occhi e tutta questa magia si spegne, sono di nuovo al freddo ed al gelo di cuori. Mi manchi Africa, appari in un mio sogno questa notte, lasciati sognare un po’, lascia che ti viva anche se per poco e per finta. Il mio più grande sogno, ora e sempre. Tornerò e sarà meglio di prima. 
Ti amo Africa, nakutamani.

TAGS: Anna MerloMal d'AfricaPioggia KenyaMal d'Afrique

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il servizio meteorologico nazionale del Kenya ha emesso questa mattina il cosiddetto ...

LEGGI L'ARTICOLO

Questa mattina a Malindi e Watamu il cielo sembrava volesse dire "non ce la facevo proprio più".
Boati di annuncio della pioggia così forti non si sentivano da anni.
Tutte le (drammatiche) magagne di una siccità che quest'anno sembra senza...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dimmi che sei ancora lì, ad aspettarmi.
Con i tuoi silenzi incredibili, che parlano di natura che si specchia nel cielo e di animali in cerca della propria libertà.
Dimmi che sei sempre immensa, guardi l'uomo come l'ultima delle antilopi...

LEGGI TUTTO

Finalmente è arrivata la pioggia dopo oltre otto mesi di siccità.
Lo Tsavo si stava giorno dopo giorno desertificando, costringendo i suoi animali a prolungate sofferenze nella disperata ricerca di acqua e cibo per la loro sopravvivenza.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La forte pioggia che da questa notte cade su Malindi ed il suo entroterra, già segnato dall'esondazione del fiume di giovedì e venerdì scorsi, sta mettendo in ginocchio un'intera...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Successo maschile e femminile del Kenya nella 42° edizione della Stramilano Half Marathon. Fredrick Moranga ha trionfato tra gli uomini con il tempo di 1h 01:20 (terzo il connazionale Simon Muthoni, tra i due il marocchino Mustapha El Aziz).
Nella mezza...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mi sono resa conto che non sono l'unica ad essere stata punta dalla micidiale zanzara che trasmette il mal d'Africa.
Sono nata in Tanzania da genitori italiani, nel 1971 anno in cui è stato costruito il Kilimajaro International Airport. 
Ho...

Avvistamenti come questi non se ne vedevano da svariati anni tanto che molte guide professioniste sostengono di non aver più osservatobranchi di licaoni allo Tsavo East da decenni.
 

LEGGI TUTTO

Un lungo speciale dedicato al Kenya attuale su Rai Uno.
Andrà in onda domani sera alle 23.50 nell'ambito di "Speciale Tg1", con un servizio dedicato all'ascesa turistica di Watamu e interviste a tre

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La situazione dell'entroterra di Malindi e Magarini è grave e drammatica, ma potrebbe ancora peggiorare. 
All'esondazione del fiume che ha spazzato via interi villaggi e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' ormai ufficiale, Checco Zalone girerà parte del suo nuovo film a Malindi.
La scelta sulla cittadina keniota, che però nel film non sarà identificata come tale ma che sarà l'emblema di un'altra Africa, turistica ma più instabile politicamente, è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un palazzo nel centro di Malindi è collassato durante le forti piogge della notte.
Una struttura...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Giorni di vento forte sulla costa del Kenya, con tempo ballerino che passa dal sole alla pioggia al can can delle nuvole.
E' la classica fase del Kusi, il vento della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pochi, benedetti (dalla pioggia) e fradici. Potrebbe essere il titolo di un film ma è invece il resoconto del...

LEGGI L'ARTICOLO

Mai pioggia a Malindi e Watamu fu più benedetta. L'estenuante attesa delle piccole precipitazioni di novembre sulla costa nord del Kenya sembra essere finalmente terminata. O almeno da questa mattina c'è un piccolo break alla calura e alla siccità che...

LEGGI TUTTO

E dopo tanti mesi di siccità e le ultime settimane di calura in Kenya, nelle regioni del centro e del...

LEGGI L'ARTICOLO