Opinioni

OPINIONI

Elefanti in trappola

Rovesci della medaglia nella lotta al bracconaggio

15-05-2014 di Giorgio Ferro

Elefanti in trappole. 
Sembra una cosa impossibile, ma purtroppo non lo è. 
Una delle conseguenze della campagna in corso, per negare ai bracconieri l’uso delle armi da fuoco, e stata quella di indirizzarli all’uso dei metodi tradizionali, andati in disuso con l’arrivo delle armi da fuoco facilmente procurabili.
Si è gia parlato altrove dell’uso delle frecce avvelenate ed ora è sempre piu evidente il ritorno delle trappole, fatte con cavi d’acciaio e catene.
Sono stese dagli alberi, sopra i sentieri di passaggio e vicino alle sorgenti d’acqua. Il metodo è molto crudele per gli animali intrappolati.
Nel tentativo di liberarsi si producono delle ferite anche letali, oppure muoiono di sete dopo giorni in cattività, e sono facile preda anche di un ragazzo con una freccia avvelenata. Negli ultimi tre mesi, nella “concervancy” (conservatorio) di Tsavo e di Taita Taveta sono stati uccisi cinque elefanti, uno per le conseguenze di essere intrappolato, gli altri per frecce avvelenate.
I “rangers” della KWS, di pattuglia nei vasti “ranches”( grandi allevamenti di bestiame all’aperto) di Taita-Taveta, scoprono diecine di trappole quasi giornalmente, che sono capaci di cogliere, crudelmente, anche gli elefantini neonati. Si dice che i bracconieri paghino i locali, esperti del ramo, per montare le trappole e uccidere gli elefanti con frecce avvelenate.
Ultime: in Gatundu arrestati cinque uomini che avevano tentato di vendere cinque zanne d’avorio, del valore di Ksh 3 milioni (euro 25 mila) a due poliziotti in borghese che si fingevano acquirenti. 

TAGS: Giorgio FerroElefanti trappoleBracconaggio Kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La lotta al bracconaggio e il bando internazionale dell’avorio stanno dando i loro frutti: in tre anni il numero di elefanti in Kenya è aumentato quasi del 15 per cento (14,7 per la precisione).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya sta pensando a condannare con la pena capitale i bracconieri che uccidono le specie protette della savana.
Il Ministro keniano del Turismo e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Cambiano le abitudini degli elefanti del Kenya a causa del bracconaggio.
Secondo uno studio dell’Università olandese di Twente in collaborazione con il Kenya Wildlife Service, realizzato dall’associazione “Save the elephant”, gli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Elefanti in Kenya: i dati del Kenya Wildlife Service che riguardano l'anno che si sta per chiudere sono confortanti per quanto riguarda il bracconaggio.
I casi ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' finalmente operativo il Ponte di ferro che collega il Parco Nazionale dello Tsavo Est con la parte nord della fetta di savana più estesa del Kenya.
Un collegamento che non solo fino ad ora non era possibile, ma che...

LEGGI TUTTO

A quasi ottant'anni la sua vitalità era un'adrenalina salutare per chiunque gli stesse vicino.
Era...

LEGGI L'ARTICOLO

Ventisei esemplari di elefanti morti per cause non naturali ma non legate direttamente al bracconaggio.
Questo il preoccupante bilancio redatto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche in una delle più sicure e protette conservancy del Mara, quella di Ol Chorro a nord della...

LEGGI L'ARTICOLO

Gli elefanti sono animali dalle caratteristiche singolari ed ogni giorno ci sorprendono per la loro intelligenza e...

LEGGI L'ARTICOLO

Una ricerca condotta tra il Sudafrica, le foreste del Mozambico ed il Parco Nazionale dello Tsavo Ovest in Kenya, rivela che gli elefanti negli ultimi due decenni stanno sviluppando un sistema per sfuggire alle terribili grinfie del bracconaggio.
L'intelligenza di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In quasi vent'anni di Kenya da amante dell'Africa e della sua Natura è diventato un punto di riferimento per la protezione e la conservazione delle specie animali e del loro habitat. Massimo Vallarin, torinese, ormai alterna l'organizzazione di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

L’emergenza Coronavirus, i lockdown parziali nelle contee e il coprifuoco notturno non frenano in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la prima volta la piattaforma online Netflix trasmetterà un film prodotto e realizzato...

LEGGI L'ARTICOLO

Secondo giorno di riprese del film italiano “Questa notte parlami dell’Africa” tratto dall’omonimo...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya si piazza al primo posto nella speciale classifica delle mete a lungo raggio dove passare la propria luna di...

LEGGI L'ARTICOLO