Il Kenya

LUOGHI

Hell's kitchen, spettacolo vicino a Malindi

Marafa, la magia del canyon nascosto

21-06-2019 di redazione

Gli indigeni lo chiamano "Nyari", una parola giriama che significa "il luogo delle erosioni spontanee".
Il villaggio di Marafa si trova nel distretto di Magarini, a soli quaranta chilometri da Malindi, a meno di un'ora di macchina, per lo più su una buona strada sterrata costellata di baobab e manghi.
La depressione non è lontana dal centro abitato, dalle scuole e dagli uffici governativi.
Dall'altra parte, "Nyari" incontra la foresta di Dakatcha, ricca di biodiversità, una giungla in grado di immagazzinare acqua, proteggere il suolo, ospitare animali e piante uniche e fornire servizi ambientali e benefici alla popolazione locale.
Se ogni foresta nelle terre aride della costa è sacra, qui Marafa è un tempio profondo. Molti studiosi ne hanno frequentato la base in continua espansione per trovare erbe naturali e altre piante di valore curativo.
Prima che diventasse un luogo recintato della comunità di giriama, con un biglietto d'ingresso a pagamento e un bar ristorante costruito da una ONG italiana, il canyon era un parco giochi da sogno per i bambini di questa zona, che si nascondevano e costruivano le loro case dopo la scuola, inventando storie paurose e giochi.
"Ce ne occupiamo da quando siamo nati - dice Julius, la guida esperta della comunità - lo conosciamo dai nostri nonni e siamo cresciuti con le storie degli antenati sulla magia e il male, le cerimonie del bel tempo e le danze per ottenere la fertilità e la pioggia dal cielo". 
Ma il nome "Hell's kitchen" non è solo dovuto a "mchawi" (stregoneria malvagia), è dovuto al caldo diurno in mezzo ai canyon, dove il sole può raggiungere i 50 gradi".
Ora Marafa, Hell's Kitchen è uno dei siti più sottovalutati della costa keniota, che attira ogni anno migliaia di turisti in un tour giornaliero che spesso comprende le sabbie dorate di Che Chale o l'ambiente delle mangrovie di Robinson Island e il paesaggio salino di Ngomeni.
La formazione geologica è stata causata dall'erosione della scarpata di arenaria, rivelando un insieme unico di strati di roccia dai colori vivaci, dai bianchi ai rosa, dai gialli arrugginiti all'arancio, dai marroni rossastri ai cremisi profondi. 
Marafa presenta una serie di gole frastagliate e alti camini, alcuni dei quali si innalzano fino a 30 metri di altezza, spine sottili di rocce dalle tonalità calde si estendono all'orizzonte e cambiano colore mentre il sole si sposta nel cielo soprastante. 
Le forme e colori cambiano in ogni stagione, scolpiti dal vento, dalla pioggia e dalle inondazioni, quest'anno per esempio tra le gole della cresta di arenaria abbiamo trovato il volto di un enorme indiano, scolpito spontaneamente in una delle rocce più grandi.  
I colori a strati dell'arenaria rivelano bianchi, rosa, arancioni e cremisi profondi, rendendo la gola particolarmente suggestiva al tramonto, quando le tonalità delle gole di arenaria sono evidenziate e rispecchiate da quelle del sole al tramonto.
Da molti anni, c'è una divertente piccola comunità di babbuini che vive lì intorno, che arriva nella depressione quando gli alberi portano i frutti, e si diverte a mangiarli in cima ai camini, creando uno dei momenti e dei panorami africani più emozionanti.
Secondo una leggenda locale, le profonde voragini di Hell's Kitchen sono state formate dall'ira divina. C'era una volta una famiglia ricca e stravagante che viveva a Marafa, che si concedeva il bagno nel prezioso latte delle sue mucche. 
Dio, furioso per il loro comportamento eccessivo, li punì aprendo la terra sotto la loro casa. La pietra arenaria simbolicamente bianca lattea e rosso sangue di Hell's Kitchen serve da promemoria contro lo spreco e l'esorbitanza.
C'è un'altra leggenda giriama che narra che un giorno, tutti gli abitanti della città ricevettero una visione che diceva loro che stava per accadere un miracolo e che la loro città si sarebbe spostata. Tutti si trasferirono, tranne una vecchia signora che si rifiutò di andarsene. La città abbandonata sarebbe poi svanita - con la donna rimanente ancora dentro - lasciando al suo posto la Depressione di Marafa.
La storia geologica, ovviamente, racconta una storia un po' più banale: il sito era originariamente un luogo caratterizzato dalla presenza di pietra arenaria, che a causa delle piogge, si è erosa nel corso di migliaia di anni, creando un canyon dove pinnacoli, gole, guglie e sinuose strutture gigantesche si alternano creando uno spettacolo meraviglioso.
Questo processo sta espandendo il "Nyari" ancora oggi, con il recinto che negli ultimi anni ha dovuto essere spostato tre volte, mentre il precedente soccombe all'erosione.

 

FOTO GALLERY
TAGS: marafahell's kitchenescursioni kenyacanyon kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Le Hell’s Kitchen di Marafa, una delle attrazioni turistiche dell’entroterra di Malindi, sono ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Siamo già al lavoro per venire incontro alle istanze della comunità locale che gestisce le ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Parco Nazionale di Hell's Gate a Naivasha è stato chiuso fino a data da destinarsi.
Questa la...

LEGGI L'ARTICOLO

Sarà prossimamente asfaltata la strada interna che va da Mambrui a Marafa, grande villaggio famoso per le Hell's Kitchen, canyon che da sempre è un'attrazione turistica per i suoi colori ed il contrasto con la natura africana. 
 

LEGGI TUTTO

Il bilancio della tragedia del parco nazionale di Hell's Gate a Naivasha in Kenya è purtroppo terribile...

LEGGI L'ARTICOLO

Può una sola coppia volonterosa creare le premesse educative per un'intera comunità di villaggi sperduti dell'Africa? 
Carmen e Celestino, pensionati di Bolzano, hanno sempre pensato che fosse possibile e ci sono riusciti. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo della Contea di Kilifi punta nuovamente sul turismo italiano.
E’ significativa...

LEGGI L'ARTICOLO

Un evento ben riuscito e da ripetere, segno che quando a Malindi le idee originali diventano realtà con un'organizzazione seria e precisa, persone che abbinano passione a conoscenza e mestiere, il successo è garantito.
E' stato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Gli amanti dell’ off-road e delle quattro ruote motrici da quest’anno avranno un appuntamento che abbina la passione per i motori a quella per la Natura africana, senza dimenticare il piacere di ritrovarsi insieme e anche quello, inevitabile, della competizione.LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ sicuramente l’appuntamento da non mancare per tutti gli appassionati d’Africa, d’avventura e di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dall'escalation televisiva italiana al suo amato Kenya.
Erika Ciaccia sta vivendo un momento bellissimo, professionalmente alto ed appagante, e come premio si è regalata la consueta vacanza a Watamu.
La chef pugliese...

LEGGI TUTTA L'INTERVISTA

Due giorni tra Malindi e Watamu per "Donnavventura".
Non potevano mancare le località costiere più amate dagli italiani nell'itinerario del programma televisivo di Rete 4 che per l'edizione di quest'anno ha deciso di fare tappa in Kenya e che successivamente...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

In arrivo un docufilm sulla danza per esaltare le bellezze naturali della costa keniana. 
"Explorers in dance", nato dall'incontro tra la tersicorea di fama internazionale Tania Von Armine Oggero e il regista Francesco Malavenda, sta per essere presentato in Italia...

LEGGI TUTTO

Un inaspettato temporale nella zona delle falde acquifere all'interno del Parco Nazionale di Hell's Gate a...

LEGGI L'ARTICOLO

Non solo Checco Zalone, la costa del Kenya ha attirato in passato registi, sceneggiatori e produttori di cinema e televisione del...

LEGGI L'ARTICOLO

Non voglio influenzare nessuno anche se in questi momenti mi sembra di essere un testimone...

LEGGI TUTTO