Ultime notizie

NEWS

La patata dolce salverà il Kenya?

Rimedi al mais sempre più caro e meno importato

24-09-2022 di redazione

In tempi difficili per i prodotti essenziali e il cibo di sussistenza per la popolazione keniana, specialmente per la povera gente, il mais è uno degli elementi che dipendono maggiormente dall’importazione, ed è quasi paradossale considerando che si tratta dell’alimento di consumo numero uno per i keniani, che preparano la polenta (altrimenti detta ugali) piatto quotidiano più diffuso nel paese.

Il cambiamento climatico, la difficoltà di avere due raccolti di mais all’anno e problemi legati ai prodotti disinfestanti hanno reso i raccolti locali insufficienti per la crescente richiesta di farina di mais. Da qualche anno il governo e molte aziende hanno iniziato ad importare il mais, anche grezzo, da Russia e Ucraina che, al momento del blocco per la guerra tra i due paesi, risultavano come i più importanti esportatori in Kenya.
Altro partner fondamentale, fino a poco tempo fa, è stata la Tanzania che recentemente ha però bloccato le esportazioni dai suoi “vicini di casa”.
Queste vicende stanno convincendo molti agricoltori a puntare su farine alternative e non più costose, come quella ricavata dalla patata dolce.
La Kenya Agricultural and Livestock Research Organization (KALRO), in collaborazione con l'International Potato Center, ha evidenziato cinque promettenti varietà di patate dolci ed ha trasmesso il know-how in merito ai piccoli agricoltori del Kenya.


Le patate dolci sono abbastanza facili da coltivare, quindi già alcuni agricoltori si sono resi conto del pieno potenziale del loro raccolto di patate dolci.
Le patate dolci inoltre hanno un periodo di crescita che va dai 3 ad un massimo di sei mesi, quindi una media di tre raccolti all’anno.
La temperatura e la piovosità del Paese africano sembra l’ideale: le patate dolci infatti sono adattabili a diverse zone agroecologiche che vanno da 0 a 2100m sopra il livello del mare e si trovano occasionalmente ad altitudini di circa 2400m. Prosperano a temperature superiori a 24°C in abbondante sole. Richiedono precipitazioni di 750-1000mm all'anno.
Riusciranno le famiglie ad accettare il cambio dalla polenta di mais, che insieme al companatico forma il piatto nazionale, l’ugali, con quella di farina di patata dolce?
Per adesso il grosso del mercato è quello dell’esportazione, ma i keniani stanno iniziando a fare i conti con la vendita ed i ricavi ottenuti da questo nuovo prodotto-
Quando le patate dolci sono più piccole hanno un prezzo più basso sul mercato, ma facendole crescere entreranno più soldi nelle tasche degli agricoltori. Il raccolto è ricco di vitamina A, ed è molto sano, inizia ad essere consumato come colazione dalla maggior parte delle famiglie sia urbane che rurali al posto del classico porridge con farina bianca.
C’è già chi commercializza il purè, oltre ad utilizzarle per le chips.
Insomma, la svolta del Kenya, non solo nei campi ma anche in cucina, sembra essere dolce.

TAGS: patatefarinacibo sostentamento

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Le patate impastellate con aroma di limone e anima di peperoncino sono una delle delizie dello street food della costa keniana.
Si chiamano "Viazi Karai" e vengono vendute ad ogni angolo di strada, fritte al volo negli wok sistemati in...

LEGGI LA RICETTA

Il primo raccolto di mais del progetto di irrigazione Israeliano-Kenyota nella valle del fiume Galana sfamerà la popolazione costiera che potrà pagare la farina a metà prezzo.
In questi giorni il Governo metterà in vendita pacchetti da due chili di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya si butta sulla patata dolce.
Il cambiamento climatico, la difficoltà di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Proseguiamo il nostro viaggio nello "street food" del Kenya.
Questa volta...

LEGGI LA RICETTA

Più che l’economia del Paese fecero la siccità e i tempi lunghi per il raccolto del mais.
Fatto sta ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Mukimo è un contorno tipico della tradizione delle regioni centrali del Kenya.
Si tratta...

LEGGI LA RICETTA

In Kenya le patate sono particolarmente gustose.
La popolazione locale le adora fritte, tanto che sono il contorno ideale del piatto nazionale, la "nyama choma" (carne alla griglia quasi abbrustolita).
Ma vi sono molti altri modi di cucinarle.
Una delle...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

Dall’inizio della pandemia in Kenya, più della metà della popolazione dei keniani, ovvero il 58% dei 53 milioni di...

LEGGI L'ARTICOLO

"Muhogo wa Nyama" (carne con cassava) è un piatto tipico della cucina keniana. La cassava è un tubero del tutto simile alla comune manioca, viene usato per fare la farina o come le patate, sia fritta che stufata. Il suo...

LEGGI TUTTA LA RICETTA

L'ugali, composto da posho o sima, ovvero farina di mais e da un contorno che può essere di carne, pesce o verdura, è il piatto unico tipico del Kenya e specialmente della costa.
La farina viene bollita come la nostra...

LEGGI QUI LA RICETTA

Per chi vive a Malindi e dintorni è facile constatare come nei bancali dei supermercati e nella coloratissima e allegra confusione di chioschi, bazar e baracchette locali, da un po' di tempo a questa parte, manchi l'alimento principale dei cittadini...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Torna prepotente la fame nel distretto di Magarini, entroterra di Mambrui. 
Sono molti i villaggi in cui sono finite le scorte di grano dei campi di proprietà delle comunità locali e non ci sono soldi per acquistare quello confezionato.
La...

LEGGI TUTTO

Nel bel mezzo della settimana il Tangeri Lounge di Malindi propone la sua doppia serata di cibo e musica...

LEGGI L'ARTICOLO

Confermato  anche questa settimana il Grand Buffet del giovedì del Kiwi People di Malindi, il bar ristorante del mitico Eugenio in Lamu Road.
Con il sottofondo della musica italiana ed internazionale del "one man band" Filippo, giovedì 24 agosto sangria gratis...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le "matoke" o "matoki" sono banane verdi non eccessivamente dolci che anche in Kenya, come in gran parte dell'Africa, hanno svariati utilizzi. Oltre alla farina e al pane, vengono usate a mo' di patate negli stufati.
ECCO LA RICETTA PIU'...

LEGGI LA RICETTA

Poche precipitazioni durante la stagione fredda del Kenya e fatalmente si fanno i conti con la...

LEGGI L'ARTICOLO