Ultime notizie

AMBIENTE

Taxi elettrici finlandesi a Nairobi: salute e risparmio

Nopea Ride vende le auto e garantisce ricarica gratis

29-01-2021 di redazione

A Nairobi arrivano i taxi elettrici finlandesi per combattere l’inquinamento e ridurre i costi di chi per lavoro tutti i giorni si imbatte nel traffico.
L’azienda scandinava Nopea Ride ha investito sulla sua flotta di utilitarie “verdi” che si alimentano con l’elettricità, con l’idea di moltiplicare la vendita delle sue automobili contribuendo a ridurre le emissioni dell’ormai celeberrimo traffico di Nairobi.  Gli esperti ambientali internazionali hanno già stabilito da tempo che i veicoli elettrici possono rappresentare un deciso passo avanti verso la riduzione dei problemi di salute legati all'inquinamento, ma allo stesso tempo ammoniscono sul fatto che gli standard delle emissioni specie rapportati al trasporto pubblico non vengono ancora incontro alle reali problematiche. 
L’azienda che ha creato il brand Nopea Ride (che significa “corsa veloce” in finnico) ha lanciato queste auto elettriche a Nairobi nel 2018 e ha creato stazioni di ricarica che danno energia elettrica gratuita agli autisti che acquistano le loro auto.
Trenta tassisti hanno aderito da subito ed entro la fine di quest’anno l’azienda punta ad arrivare a 100 mezzi, triplicando di fatto la sua flotta.
Per i trasportatori pubblici significa ridurre al minimo le spese e poter offrire ai clienti tariffe concorrenziali, per l’azienda vendere il suo servizio più facilmente. Basta una carica di 30 minuti per potersi muovere in città e lavorare con i clienti per un giorno intero.
L’unico problema per i driver sono i costi elevati delle automobili, che per ora costano circa il doppio di quelle a benzina, ma in un investimento a lungo termine sicuramente ne vale la pena.
Si calcola che a Nairobi i taxi con licenza che si alimentano a carburante siano circa 11 mila
Il Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP) dice che la maggior parte delle auto in Kenya sono importazioni usate dal Giappone con alti livelli di emissioni.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità, dal canto suo, ha rilevato che l'inquinamento automobilistico causa almeno 5.000 morti all'anno in Kenya.
Martin Muchangi di AMREF Health Africa, intervistato da Voice of Africa, ammette:  "Notiamo un deciso aumento dei casi di malattie polmonari ostruttive.  Molti dei fattori scatenanti dell'asma derivano proprio dall'inquinamento dell'aria che si manifesta lungo le nostre strade”.
Secondo gli esperti dell’ambienti dell’UNEP, il passaggio ai taxi elettrici aiuterà a ridurre l'inquinamento atmosferico, ma il Kenya ha anche bisogno di un migliore trasporto pubblico e di un divieto dei veicoli ad alta emissione.

TAGS: ambiente kenyainquinamento kenyaauto elettriche kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Anche Watamu in strada per difendere la sua bellezza e la salute pubblica, prima del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il grattacielo di Watamu "Palm Exotjca", prossimo alla posa delle fondamenta, ha...

LEGGI L'ARTICOLO

Non solo plastica e derivati, la Contea di Kilifi ha chiesto alla massima autorità governativa dell'Ambiente, la NEMA, di intervenire per...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Movimento Malindi Green And Blue, coordinato dalla Progress Welfare Association of Malindi, è ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Da settembre 2017 niente più sacchetti di plastica in Kenya.
Una splendida notizia per la tutela dell'ambiente.
Il Paese africano in continua crescita, deve fare i conti con l'inquinamento non solo dell'aria a Nairobi e Mombasa, ma anche con quello...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ uno dei beni preziosi di Malindi e dell’intera costa keniana, e sicuramente tra i più ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

La compagnia italiana di safari Bush Company, con il KWS, sponsorizza il rispetto delle regole nello Tsavo.
La settimana scorsa nello Tsavo la compagnia di safari dell’italiana Camilla Frasca Caccia, unica guida professionale italiana con certificazione “Silver” KPSGA, ha portato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Avevamo presentato la splendida e originale iniziativa della Onlus "Flipflopi Expedition" (LEGGI QUI IL PRECEDENTE ARTICOLO) che illustrava la costruzione a Lamu di un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La voce dei residenti e dei proprietari di case di due zone residenziali di Malindi, sfocia sui quotidiani nazionali e sulle televisioni, secondo un sistema che ultimamente sta dando i suoi frutti, come li può dare anche unirsi per una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fognature fallate trasportavano acque piene di rifiuti e chissà cosa altro all’interno del...

LEGGI L'ARTICOLO

Decisa presa di posizione della Contea di Kilifi contro l'inquinamento acustico dei locali notturni.
Dopo le proteste e gli appelli dei residenti di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ci sono anche due spiagge della costa keniana nella classifica delle 21 più affascinanti del mondo, redatta dal sito dedicato "beach-inspector.com".
Gli esperti del sito hanno girato per tre anni in 1500 lidi ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nel futuro prossimo i Tuk Tuk a benzina vecchio stile spariranno da Malindi e dalla costa keniota. Iniziative, spostamento del mercato e regolamentazioni da più parti nella società keniana portano in questa direzione.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non c’è emergenza Covid-19 che tenga (per fortuna), la battaglia per la tutela dell’ambiente del Kenya va...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministero dell'Ambiente del Kenya ha proibito, con termine ultimo il prossimo 31 marzo, l'utilizzo, la vendita e l'importazione dei sacchetti di ...

LEGGI L'ARTICOLO