Speciale turismo

TURISMO

Turisti in arrivo in Kenya, hospitality chiede meno limitazioni

Safari e transfer garantiti, vaccinazioni a staff di hotel e ristoranti

31-03-2021 di redazione

I turisti internazionali che avevano già prenotato le loro vacanze per Pasqua o nel mese di aprile, devono poter girare liberamente per il Kenya e anche i mezzi che li dovranno trasportare, dai fuoristrada per i safari alle normali vetture con regolari licenze per transfer e trasporto privato turistico (TSV) dovrebbero essere esentati dalle restrizioni tra contee e dal coprifuoco.
Queste le principali richieste degli operatori dell'industria del turismo e dell'hospitality che hanno consegnato al Governo varie proposte in relazione alle recenti restrizioni per la terza ondata di Covid-19 nel Paese.
Sono sette i punti nell’agenda presentata a Mombasa dalla Kenya Tourism Federation, organo che raggruppa le principali associazioni di categoria: Kenya Association of Tour Operators, Kenya Association of Hotel Keepers and Caterers, Kenya Association of Air Operators, Pubs Entertainment and Restaurants Association of Kenya, Kenya Association of Travel Agents, Kenya Coast Tourism Association ed Ecotourism Kenya.
In una lettera consegnata al Ministro dell’Interno Fred Matiang'i, il Presidente del KTF Mohammed Hersi ha ricordato che le misure di contenimento sono state annunciate con pochissimo tempo a disposizione, eppure sono già presenti in Kenya molti visitatori ed altri arriveranno nei prossimi giorni o settimane per safari e vacanze già prenotate.
“Il trasporto turistico avviene per mezzo di veicoli con apposite licenze – ha scritto Hersi – che sono molto diverse da quelle PSV utilizzate per esempio da matatu. I TSV dovrebbero essere autorizzati a viaggiare ovunque oltre ad essere monitorati.
Uno dei punti riguarda anche la sicurezza sanitaria per chi arriva e chi li accompagna.
“Proponiamo anche di usare il sistema del passaporto sanitario mondiale, che è un portale elettronico per autenticare lo stato del Covid-19 per i turisti durante il loro soggiorno in Kenya, allo scopo di assicurare e mantenere l'integrità dei risultati dei test” ha detto Hersi.
Secondo il KTF anche i voli essenziali nazionali dovrebbero essere garantiti proprio per dare un servizio ai turisti che arriveranno. Oltre il 70% degli arrivi previsti non sono ancora stati cancellati ed il settore dell’hospitality non vorrebbe certo rifiutarli, anche se buona parte delle prenotazioni per Pasqua arrivano dal turismo locale, che ha fornito un'ancora di salvezza alla maggior parte delle strutture in attesa del comunque lento ritorno dei turisti internazionali.
“Questo permetterà la sopravvivenza del settore viaggi, turismo e ospitalità e salvaguarderà le vite e i mezzi di sostentamento dei dipendenti dell'industria, contribuendo al contempo ai contributi fiscali che il settore versa”.
Hersi ha anche chiesto la vaccinazione prioritaria per i lavoratori del turismo in prima linea.
“Molti mercati chiave stanno già chiedendo che i loro ospiti siano accolti solo da personale vaccinato – ha spiegato Hersi - e noi siamo pronti a farci avanti per prendere il vaccino per aiutare la nostra destinazione “Magical Kenya” a non essere lasciata indietro”.
L'industria del turismo fino all’inizio della pandemia, era uno dei principali contribuenti dell'economia del Kenya e rappresentava l'8,8% del PIL. Nel 2019, il settore ha impiegato circa 1.297.000 persone e ha contribuito per Kes. 296 miliardi all'erario.

TAGS: federazione turismo kenyasettore kenyaturisti kenyaprenotazioni kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Kenya è anche un luogo di benessere e il suo turismo trae risorse da questo aspetto.  
Le...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo due anni di crisi del settore turistico, dovuta soprattutto alle paure e alle campagne mediatiche conseguenti all'attentato terroristico all'Università di Garissa dell'aprile 2015, il Kenya torna ad essere considerata una delle mete top per il turismo mondiale.
 

LEGGI TUTTO

"Prevediamo nel 2017 il superamento di quota un milione e mezzo di ingressi di visitatori in Kenya".
La dichiarazione ottimistica arriva dal Kenya Tourist Board, l'organo ufficiale di marketing del Ministero del Turismo del Kenya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Riaprire ora gli hotel e anche i ristoranti è inutile, questo il parere della maggior parte degli ...

LEGGI L'ARTICOLO

Pubblicizzare il Kenya online sta iniziando a dare i risultati sperati, se ne accorgono anche gli ...

LEGGI L'ARTICOLO

"I cittadini del Paesi africani avranno il visto d'ingresso per il Kenya free".
L'annuncio è stato fatto da Kenyatta in persona, nel giorno del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il problema dei beach-boys che tampinano i turisti sulle spiagge del Kenya potrebbe finalmente essere risolto in vista della prossima stagione.
E' uno dei punti toccati dal Ministro del Turismo Najib Balala a margine ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala esce allo scoperto, alla vigilia della più importante manifestazione fieristica del settore nel suo Paese e denuncia il calo degli arrivi internazionali nel Paese e l'occupazione delle strutture alberghiere da parte di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C’è un deciso ottimismo tra gli operatori del settore alberghiero della costa keniana in vista della...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya ha inferto un duro colpo al già martoriato comparto turistico del Paese, decidendo...

LEGGI L'ARTICOLO

Quindici ore di volo su un Boeing 787 da 234 persone con tre classi: First, Business ed Economy. Partenza alle 23.25 dall'aeroporto Jomo Kenyatta di Nairobi, promosso recentemente "Classe A" per avere i parametri internazionali richiesti dagli USA, e arrivo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quindici ore di volo su un Boeing 787 da 234 persone con tre classi: First, Business ed Economy. Partenza alle 23.25 dall'aeroporto Jomo Kenyatta di Nairobi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chiunque lavori nel settore del turismo e in attività rivolte a visitatori si potrà vaccinare anche se non...

LEGGI L'ARTICOLO

130 miliardi di scellini, circa 100 milioni di euro.
Questo...

LEGGI L'ARTICOLO

"Un volo Kenya Airways da Milano a Mombasa, ci stiamo lavorando".
Parole (che speriamo siano seguite dai fatti) del Ministro del Turismo del Kenya Phyllis Kandie, che ieri ha presenziato nella Kenya House di Via san Gregorio a Milano alla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nuovi stickers adesivi per i veicoli che trasportano turisti, per differenziarli dai classici "PSV" che riguardano tutti i servizi pubblici.
L'introduzione della nuova categoria "Tourism Service Vehicle" è stata introdotta ieri dal Ministro del Turismo Najib Balala come iniziativa per...