Editoriali

EDITORIALE

Ghettizzare il Covid-19 nel Kenya che vuole ripartire

Il virus esplode negli slum, ma il Paese si prepara

28-05-2020 di Freddie del Curatolo

I due aspetti di un Paese che avevamo lasciato con le tante sue contraddizioni e i molti aspetti positivi che cercavano di trainarsi dietro le storiche problematiche legate alla miseria, alle malattie endemiche, ai retaggi tribali e ad una crescita non sempre sostenibile e sostenuta, tornano adesso alla ribalta con l’emergenza Covid-19.
Il Kenya ha voglia di ripartire al più presto e il Presidente Kenyatta non ne ha fatto mistero qualche giorno fa, annunciando che presto coprifuoco e lockdown delle contee chiuse dall’esterno finirà.
Allo stesso tempo però il leader che da ormai due anni è appoggiato quasi in toto dall’ex avversario politico di sempre (come peraltro fu per i rispettivi genitori) Raila Odinga, ha chiarito che per la prima volta la festa nazionale dell’Indipendenza, il Madaraka Day, avrà una celebrazione virtuale e non la classica cerimonia pubblica in uno stadio con folta partecipazione, bande e sfilata dei vari corpi delle forze dell’ordine incluse.
Ieri poi, di fronte all’ottimismo che trapela tra i gestori delle attività che stanno riaprendo, nella capitale Nairobi così come nelle principali cittadine della Nazione, e nelle linee aeree che stanno sondando il mercato keniano per riprendere prima possibile le rotte, si registra l’esplosione di casi di positività negli slum, i ghetti poveri della metropoli, in particolar modo Mathare e Kibera.
I primi tamponi mirati hanno rivelato che la presenza del virus, ancorché senza casi molto gravi, è radicata e certamente l’indisciplina della gente che conduce già una dura lotta per la sopravvivenza non favorisce la frenata del contagio. Come e più che nei Paesi occidentali, comunque a morire sono persone già in terapia e soprattutto diabetici e malati di cancro.
L’età media bassa del Paese aiuta a tenere le percentuali di gente ospedalizzata e in condizioni di salute serie sotto livelli di preoccupazione e nel frattempo permette al Governo di organizzarsi sempre meglio per far fronte ad un possibile picco, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede per l’Africa Subsahariana tra fine giugno e metà luglio.
Il settore turistico vorrebbe riaprire in tempo per offrire ai tanti appassionati di mare e savana un’opportunità in più di libertà, in un luogo in cui la vacanza già di per sé è un’invito alle distanze sociali, con le sue tante spiagge e parchi immensi dove c’è letteralmente posto per tutti.
E poi c'è il grande problema dell'istruzione, con le scuole a cui viene dato un colpo di grazia e le famiglie che ne soffrono, Famiglie che iniziano a beneficiare di aiuti, anche se lo sventolato "assegno" settimanale via Mpesa ancora non è partito.
Anche questo territorio, da marzo ad oggi, ha già capito che con il “Corona” si vive alla giornata e che non si può ancora abbassare la guardia, anche se a fronte del contagio così facile, la sua pericolosità da queste parti è tutta da dimostrare.
Molto dipenderà dalla capacità di agire bene nei contesti di aggregazione, come appunto gli slum o i quartieri islamici, come le comunità di villaggi da sempre abituati a ritualità e abitudini di massa.
Nei luoghi in cui l’ospitalità la fa da padrona, e da molti anni abituati ormai ad interagire con gli stranieri, tutto può essere più gestibile e ripartire è una parola salvifica, quasi come immunità.

TAGS: casi kenyacoronavirus kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Meno tamponi, meno casi positivi di Covid-19.
Ormai ...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri sedici casi in Kenya nella domenica delle Palme in cui la gente è affluita con più timidezza nelle ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya nella giornata odierna ha registrato nove nuovi casi di positività al virus Covid19, che portano il...

LEGGI L'ARTICOLO

Diminuiscono i tamponi, diminuiscono i casi.
Con i dati...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la prima volta il Kenya registra più guarigioni che casi di positività, nel giro ...

LEGGI L'ARTICOLO

In Kenya proseguono a suon di un centinaio al giorno i casi di Coronavirus, ma sono tante anche le...

LEGGI L'ARTICOLO

Una giornata di transizione, con non moltissimi tamponi fatti e solo 12 nuovi casi di positività al virus Covid-19 ...

LEGGI L'ARTICOLO

Da sette a quindici. In due giorni il numero di contagiati da Covid19 in Kenya è più che raddoppiato. L’ha appena...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha firmato una direttiva per contrastare il Coronavirus nel suo...

LEGGI L'ARTICOLO

Percentuale sempre più bassa in Kenya tra tamponi eseguiti e casi...

LEGGI L'ARTICOLO

Un deciso aumento dei contagiati in Kenya nelle ultime 24 ore, rispetto ai 22 registrati nella giornata di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Ottanta nuovi casi nel Paese, nuovo record negativo per il Kenya che va di pari passo con l’aumento dei ...

LEGGI L'ARTICOLO

Nelle ultime 24 ore il Kenya ha registrato altri 25 casi di positività al virus Covid-19 che portano il totale delle...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono dieci i nuovi casi ufficiali di positività al virus Covid-19 in Kenya, dopo 50 giorni dall’annuncio ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo 318 giorni dal primo caso di Covid-19 rilevato nel Paese, il Kenya raggiunge i ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministro della Sanità del Kenya Mutahi Kagwe ha confermato altri tre casi di positività da Coronavirus nel...

LEGGI L'ARTICOLO