Editoriali

EDITORIALE

Malindi prende per la gola il turismo locale

Ristoranti italiani pieni, menu adattati: un successo

27-12-2021 di redazione

Il turismo locale, che in questi giorni sta allegramente invadendo la costa del Kenya, ha prerogative molto diverse da quelle di chi arriva in vacanza dall’Europa.
Innanzitutto non cercano per forza il caldo e non sono attratti dal sole come elemento abbronzante.
Inoltre pur avendo il piacere del contatto con l’acqua di mare, non sono eccelsi nuotatori e non hanno una confidenza particolare con l’oceano, essendo gente d’altopiano, se non di montagna.
La spiaggia è meta prediletta di passeggiate, dei giochi dei bambini e di soste nei locali che offrono drinks con il conforto della brezza di mare e del bel panorama.
Per questo motivo che la località vacanziera si chiami Diani, Watamu o Bamburi non fa molta differenza. Sulla decisione pesano altri fattori, che non tengono conto del mare più bello o della spiaggia più scenografica: il rapporto qualità-prezzo delle strutture, i servizi e le attrazioni per bambini o famiglie, la comodità a raggiungere e accedere alle località.
Per questo motivo le destinazioni satellite di Mombasa (Nyali, Bamburi, Bombolulu, Shanzu Beach) sono sempre le più affollate, ma esiste anche un turismo che non cerca solo la “Rimini” africana, ma punta a qualcosa di più esclusivo. Ed ecco spiegato il successo di Lamu, vissuta finalmente anche dai nairobini come una fuga dalla civiltà, che nella sua accezione negativa significa traffico e stress. Come vedete non è stata ancora citata Malindi, che in questi giorni sta vivendo un buon momento di ritorno di turismo di qualità dalle città del nord del Kenya.
E a giudicare dall’affollamento nei locali che si affacciano sul mare, un motivo valido sembra esserci: a Malindi si mangia bene. Anzi, è sicuramente la località che offre la migliore proposta enogastronomica della costa e non solo. Sono tanti i ristoranti con menu accattivanti ed esaustivi, con specialità che difficilmente nel resto del paese sono così buone e curate, oltre al pesce fresco, che peraltro in questo periodo abbonda.
Sono i ristoranti italiani, ovviamente, a fare la parte del leone. Ma un punto in più va a quelli che hanno saputo rinnovarsi per accogliere una clientela internazionale che contempli keniani, indiani, turisti dell’est europeo ed altri occidentali dei paesi che hanno aperto al Kenya, ma anche residenti che lavorano a Nairobi in diversi ambiti, con le loro famiglie. Scontentando il meno possibile gli italiani che per un motivo o per l’altro sono riusciti comunque ad arrivare, oltre ai residenti e proprietari di abitazioni.
Per tutti loro, i ristoranti italiani hanno adeguato e ampliato i loro menu e cercano di rendere pranzi e cene una vera esperienza. Perché Malindi ha qualcosa che le altre località non hanno e il turismo locale lo sta scoprendo, ogni stagione di più.

TAGS: ristoranti malindiitaliani kenyaenogastronomia kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Prosegue l'iniziativa degli italiani di Malindi e dintorni "Amatriciana solidale per i terremotati", i residenti e i villeggianti italiani in Kenya aiutano i connazionali colpiti dalla sciagura che ha toccato Lazio, Umbria e Marche.

LEGGI TUTTO

Se la Cucina Italiana è ormai riconosciuta come un valore aggiunto dell’hospitality, della vita sociale, del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dal 27 Dicembre l'Osteria Town di Malindi diventa anche una galleria d'arte, con una mostra collettiva di artisti keniani e di altri paesi del Continente che racchiude una sessantina di opere molto interessanti.

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

E’ stata una dieci giorni ricca di eventi ed incontri, quella a contorno delle celebrazioni per il settantasettesimo...

LEGGI L'ARTICOLO

Due giorni di promozione italiana al Village Market di Nairobi, con la giornata inaugurale alla presenza...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Coprifuoco allungato di due ore non significa che i ristoranti possono chiudere due o più...

LEGGI L'ARTICOLO

Le specialità italiane e tutto il loro contorno di bellezza e di storia del nostro paese sono in mostra fino a fine mese...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo due anni di assenza, dovuti alla pandemia, torna a Nairobi l’appuntamento con l’Italian Week Expo, la...

LEGGI L'ARTICOLO

Presto dovrebbe esserci un comunicato ufficiale del Governo keniano su una riapertura parziale...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo le proteste delle associazioni di categoria, il Governo keniano ha fatto una mezza marcia indietro...

LEGGI L'ARTICOLO

C’è una creativa italiana dietro al successo di uno dei ristoranti più trendy di Nairobi.
La storia di Murielle Minchella parte da lontano e soprattutto parte da Malindi, per arrivare al top quest’anno nella ricca, frenetica e multietnica capitale del...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

I bar del Kenya dovranno chiudere alle 19, mentre i ristoranti possono proseguire il loro lavoro fino alle 21...

LEGGI L'ARTICOLO

L'anno scorso, esattamente il 9 agosto, Malindi e Watamu erano così vive e...

LEGGI L'ARTICOLO

Ha scelto la festa del  primo maggio per riaprire Nairobi e le altre quattro contee attigue che erano in...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono già quasi duemila I ristoranti keniani che hanno aderito alla campagna di un gruppo di...

LEGGI L'ARTICOLO

La costa keniana ha incontrato a tavola tante culture e nazionalità e la cucina swahili, così come le specialità di mare...

LEGGI LA RICETTA