Ultime notizie

NEWS

COME IL SOLARE STA SOPPIANTANDO LA KENYA POWER

Industrie, scuole e privati stanchi di disservizi e alti costi

21-11-2020 di redazione

Sempre più aziende, privati ed anche enti pubblici in Kenya si stanno affidando all’energia solare e abbandonano la Kenya Power and Lightning al suo destino.
Affidabilità e forniture meno costose, questo il motivo alla base nella scelta, secondo il quotidiano economico keniano Business Daily che riporta le lamentele della società pubblica dell’elettricità che denunciano la diminuzione dei ricavi.
Secondo il Business Daily, KPL ha dichiarato che la metà delle aziende nazionali si starebbero gradualmente spostando verso l'energia solare di propria produzione, dando un ulteriore colpo ai ricavi già in calo.
“Le opzioni di energia rinnovabile decentralizzata – fa sapere l’azienda – stanno diventando più disponibili e meno care”. Il rischio è quello di perdere il prossimo anno il 45% del fatturato del 2019, ovvero 63 miliardi di scellini per l’acquisto di 4.5 gigawatt.   
Oltre a quello di impianti desueti in giro per il Paese e di costi alti di manutenzione, il grosso problema dell’azienda, secondo il quotidiano economico, è la clausola "vuoto per pieno" contenuta nei contratti firmati tra il Governo e i produttori di energia elettrica, che obbliga Kenya Power ad acquistare una quantità di corrente elettrica concordata, indipendentemente dal bisogno.
Ma chi sono i produttori di energia e che rapporti hanno con il Governo stesso?
Di conseguenza, sono molte le realtà come fabbriche, università, addirittura l’Aeroporto Internazionale di Mombasa, che hanno sposato il fotovoltaico collegandolo alla rete elettrica.
Un grande consumatore di energia come Africa Logistics Properties (ALP) due anni fa ha installato un impianto solare fotovoltaico ibrido da 506 kilowattpeak (kWp), che gli farà risparmiare 12 milioni all'anno.
Il Garden City Mall di Nairobi ha installato una pensilina fotovoltaica da 1,9 milioni di dollari (Sh207,8 milioni) per generare 1.256 megawattora all'anno dai 3.300 pannelli solari installati all'ombra del parcheggio più in alto, con la previsione di ridurre le bollette di circa 31,6 milioni di Sh31,6 milioni all'anno.
Anche i produttori di Tè Williamson hanno solarizzato la loro farm a Changoi, riducendo la bolletta della luce di un terzo.
Anche raffinerie di petrolio ed ospedali stanno pensando a grossi impianti.  
Per quanto riguarda i cittadini, i dati ufficiali pubblicati l’anno scorso da KPL mostrano che ben più di due milioni di famiglie utilizzano il solare anche per l’illuminazione o per parte del loro fabbisogno di elettricità. Si tratta già del 19% totale delle abitazioni. Secondo il Business Daily nelle aree rurali del Kenya i pannelli fotovoltaici hanno addirittura superato i contatori della KPL, 30 per cento conto il 26.
Lo conferma anche un report del Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente e il partenariato dell'Università Tecnica della Danimarca (UNEP-DTU) che illustra come il rapido calo dei prezzi globali del fotovoltaico, l'aumento della domanda di energia e i finanziamenti disponibili hanno permesso la rapida tendenza alla crescita in Kenya.
La domanda deriva dai consumatori ad alta intensità energetica del settore industriale (14,2MW), delle imprese commerciali (11,5MW), dell'orticoltura (7,9MW) e delle istituzioni (5,7MW).
"Investendo nel solare, non solo eliminano le spese per il carburante dei generatori, ma riducono anche l'elevato onere delle tariffe di rete - spiega Padmasai Lakshmi, uno dei relatori del rapporto che aggiunge che oltre il 50% dei consumatori di energia elettrica ha autofinanziato i propri impianti fotovoltaici. "I nostri dati indicano che la capacità totale degli impianti fotovoltaici vincolati attualmente in Kenya è di 40MW. In realtà è probabile che questa cifra sia ancora più alta, supponendo che questi dati non siano completamente esaurienti" - conferma Lakshmi, in una dichiarazione riportata da People Daily - La maggior parte di questi sistemi sono stati installati da consumatori industriali (39 progetti, 14MW). Dato che ci sono 1.200 aziende manifatturiere in Kenya (960), sembra esserci ancora un potenziale per un'ulteriore espansione del mercato".

TAGS: solare kenyaelettricità kenyaenergia kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Kenya crede sempre di più all'energia solare e investe finalmente anche a livello statale, e non solamente con decreti legge che concedono permessi ai privati.
Ultimamente sono...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sta per arrivare un grande aiuto per la fornitura di elettricità nella zona di Malindi e in tutta la Contea di Kilifi: il...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono già tre le società private che vendono energia solare in Kenya, e una quarta azienda ha chiesto recentemente l'approvazione per entrare nel mercato al dettaglio dell' elettricità.
Si tratta di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dal prossimo 27 maggio chi possiede in Kenya un boiler da più di 100 litri, quindi specialmente hotel, condomini e aziende, sarà considerato fuorilegge se il suo impianto per l'acqua calda non sarà ad energia solare.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un altro passo avanti del Kenya nella tutela dell'ambiente e contro l'inquinamento: l'Aeroporto Daniel Arap Moi di Mombasa è il primo di tutto il Continente africano ad essere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nella zona industriale di Tatu City, non distante dalla capitale del Kenya, è stato presentato il più grande impianto solare del ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya sarà uno dei pochi Paesi del mondo da cui si potrà vedere, domenica mattina...

LEGGI L'ARTICOLO

Il primo impianto solare che rende potabile l'acqua dell'Oceano Indiano è stato installato a...

LEGGI L'ARTICOLO

Niente parco eolico a Ngomeni, la zona a nord di Malindi ben nota agli italiani per la base San Marco.
La mega centrale da 600 megawatt che attraverso il vento avrebbe dato energia rinnovabile a tutta la costa, non sarà...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’agenzia per l’energia nucleare del Kenya (NuPEA) ha conferito un mandato ad un'azienda...

LEGGI L'ARTICOLO

Sarà celebrata mercoledì 29 marzo alle 16 da Padre Orazio nella cattedrale Saint Anthony di Malindi la messa per dare l'ultimo saluto keniota a Giovanna Soliman, la residente di 47 anni deceduta la scorsa settimana a causa di un mix...

MAL D'AFRICA

Il mio mal d'Africa

"...sete di energia umana"

di Carlotta Mawimbi

Il mio mal d'Africa non è nostalgia
è sete.
sete di energia umana
di voci
di odori così familiari che li sento la mattina appena sveglia, sul finire di un sogno che mi riporta là....
sete di mani forti che...

LEGGI TUTTO

Da questa notte, tra sabato e domenica, in Italia come in altri Paesi d'Europa, torna l'ora sorale.
I nostri concittadini di stanza nella Penisola sposteranno le lancette un'ora indietro alle tre del mattino (per carità...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da questa notte, tra sabato 26 e domenica 27 ottobre, in Italia, per...

LEGGI L'ARTICOLO

Gli Amici dello Tsavo di Malindikenya sono sempre a caccia di emozioni "selvagge" nella savana del Kenya.
Dopo essersi resi protagonisti di salvataggi di elefantini, della pulizia del parco dalle schifezze lasciate da certi turisti poco rispettosi della natura e...

LEGGI TUTTO

Mentre gli asteroidi transitano vicino alla Terra e vengono scoperti nuovi satelliti ai confini del sistema solare, a Malindi c'è qualcuno che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO