Editoriali

EDITORIALE

I (tanti) pro e qualche contro della fine del coprifuoco

Il virus è ormai uno dei problemi minori di questo paese

21-10-2021 di Freddie del Curatolo

Sono pochi i cittadini e residenti in Kenya che non siano contenti della rimozione del coprifuoco e sono poche le ragioni di chi ritiene che una restrizione in vigore da un anno e mezzo abbia motivo di proseguire per motivi unicamente legati all’emergenza sanitaria.
Ciò non toglie che l’annullamento del lockdown notturno dalle 10 alle 4 del mattino desti un po’ di preoccupazione nel Paese.
A fronte della ripresa dei trasporti (prima della pandemia i dati raccontavano di una nazione di milioni di pendolari che percorrono le grandi distanze con mezzi pubblici come bus e matatu particolarmente la notte, per ottimizzare al massimo weekend, ponti e ferie) e dell’industria del divertimento, ci si prepara a nuovi dati quotidiani sugli incidenti stradali e sulle risse da alterazione alcolica.
L’economia tira un sospiro di sollievo, i vip anche qui tirano sempre qualcosa d’altro.
Ristoranti e bar riprendono orari umani e possono reintegrare dipendenti in mobilità (senza alcun ammortizzatore sociale) o lasciati a casa.
I produttori di bibite alcoliche e liquori gioiscono, per non parlare del mercato del sesso, che qui è soprattutto affare di libere professioniste che hanno anche un sindacato, uno di quelli più attivi nel chiedere la riapertura della notte e delle sue lusinghe al pubblico.
Dall'altra parte il meraviglioso silenzio che parte della popolazione aveva iniziato a respirare come da una bombola d'ossigeno, si infetterà nuovamente delle scoregge di tuktuk e bodaboda e di berline giapponesi scarburate.
Chi non cambierà di una virgola le abitudini saranno i muezzin delle moschee, da sempre abituati a dormire dalle 9 di sera alle 4 del mattino, quando partono con la chiamata alla prima preghiera del mattino. Chiamate che negli ultimi anni vengono effettuate con megafoni potenti quasi come gli amplificatori delle discoteche, in barba al dio decibel. 
Il turismo ha un’arma in più per convincere i potenziali clienti a passare una vacanza in hotel, residence ed altre strutture, le discoteche della costa possono riprendere i loro beach parties, i locali notturni andare avanti fino all’alba e quelli all’aperto trapanare i timpani con il “bum bum” anche ai vicini di casa, che riprenderanno a chiamare la polizia chiedendo il rispetto dei decibel senza dio, non venendo quasi mai ascoltati, anche perché buona parte degli agenti sono frequentatori assidui degli stessi locali.
Il Kenya è un paese giovane, molto giovane e la notte era decisamente troppo piccola per tutti loro.
La salute è sicuramente l’ultimo dei problemi, in questo momento.
Anche il Ministero competente, quello più restio a riaprire, ha dovuto sottostare a dati ineluttabili che parlano di una settimana iniziata sotto il 2% di incidenza d’infezioni, nelle ultime 48 ore addirittura sotto l’uno per cento. Sono dati familiari a paesi che hanno l’ottanta per cento degli adulti vaccinati, non il 4 per cento (Kenyatta ieri ha detto addirittura che gli adulti che hanno ricevuto almeno la prima dose sono 5 milioni, ovvero il 16.5% circa del totale).
Ergo il Covid-19 fa molto meno paura del banditismo nelle contee di Laikipia e Baringo, dove le scorribande erano forse più facili per i malviventi armati da interessi altrui senza nessuno in giro la notte, piuttosto che con la riapertura e un po’ più di traffico.
Si chiama coprifuoco, ma non ha coperto tutte le magagne di questo paese.
Meglio dunque giocare a carte scoperte, come l’Africa da sempre ci ha abituato a fare, e tornare a riveder le stelle.

TAGS: virus kenyacoprifuoco kenyasicurezza kenyasanità kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Sono ormai due settimane che in Kenya le percentuali di positivi al virus Covid-19 rispetto ai tamponi...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente della Repubblica del Kenya ha annunciato che da lunedì, giorno del termine del primo mese di...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha appena rimosso il coprifuoco nazionale...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo l'annuncio del Ministero della Sanità di cui abbiamo scritto precedentemente, l'ottimismo...

LEGGI L'ARTICOLO

Pugno duro del Governo in altre tre contee del Kenya, nei giorni in cui i posti nelle unità di terapia intensiva...

LEGGI L'ARTICOLO

Da questa sera alle 7 il Kenya si chiude in casa fino alle 5 del mattino e sarà così per tutte le notti a seguire, fino ...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri 60 giorni di coprifuoco nazionale per frenare la diffusione del virus Covid-19 ancora presente nel Paese.
Nell’avviso...

LEGGI L'ARTICOLO

Due giorni in riva all’Oceano Indiano a Malindi, cercando di conciliare l’attenzione...

LEGGI L'ARTICOLO

Meno tamponi durante il fine settimana, ma percentuale ancora sopra al 15.
Queste le ultime dal Ministero ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya ha deciso poco fa di prolungare il coprifuoco nazionale, in atto ogni sera ...

LEGGI L'ARTICOLO

Nonostante il Kenya abbia riaperto le frontiere a quasi tutti i Paesi del mondo (restano bloccati...

LEGGI L'ARTICOLO

Coprifuoco ogni giorno dalle sette di sera alle cinque di mattina.
Il Kenya...

LEGGI L'ARTICOLO

Dati incoraggianti quelli di Lunedì 22 giugno,  sono “solo” 59 i positivi su 2.354 test effettuati nelle...

LEGGI L'ARTICOLO

Pochi tamponi nelle ultime 24 ore ma la percentuale dei positivi in Kenya rimane la stessa, con 95 ...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono otto i nuovi positivi al virus Covid-19 in Kenya, dopo che nelle ultime ore sono stati resi noti i ...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ stato direttamente il Presidente della Repubblica del Kenya, Uhuru Kenyatta, ad aggiornare la Nazione, a...

LEGGI L'ARTICOLO