Ultime notizie

NEWS

Benzina, alcool, sigarette: in Kenya tempo di rincari

Aumenta l'accisa per fronteggiare l'inflazione, tutti gli aumenti

28-09-2021 di redazione

L’autunno porta sempre in dono i malanni non curati nella stagione precedente e affievoliti temporaneamente dall’estate. Così accade anche in Kenya dov’è cominciata la stretta economica del Governo e di conseguenza la sagra dei rincari.
Con l’inflazione che galoppa e lo scellino che non riesce ormai da due anni a scendere sotto quota 110 rispetto al dollaro, la campagna elettorale alle porte e gli interessi dei prestiti cinesi da onorare, la situazione finanziaria del Paese non è in buono stato, anche se l’ottimismo deriva dalla ripresa delle esportazioni e dai rincuoranti dati del 2019 a cui si ritiene di poter tornare in breve tempo.
Intanto il primo segnale negativo, la scorsa settimana, è stato l’aumento del prezzo del carburante che, dopo che la benzina ha fatto segnare quota 132, con un incremento di 7 scellini per litro, ha raggiunto i massimi storici di tutti i tempi, causando un giorno di sciopero dei trasporti pubblici e manifestazioni in diverse parti del paese, e pesanti critiche al Governo.
Il Kenya è attualmente la Nazione africana con il più alto prezzo di super e gasolio e sono gli aumenti delle accise a gravare particolarmente sul pieno. D’altronde il Kenya che ha il regime fiscale più alto rispetto ai paesi di tutto l’Est Africa.
Ma non solo, l’adeguamento dell’aliquota dell’accisa rispetto all’inflazione del 4,97%, decisa dalla Kenya Revenue Authority (KRA), il fisco keniano, farà salire altri trenta generi di consumo nel Paese, alcuni di primo consumo come l’acqua minerale o purificata in bottiglia, la birra, le sigarette, i succhi di frutta e le bevande energetiche.
Dal 1° ottobre quindi si pagheranno circa 6 scellini in più per un litro di birra, mentre i prezzi degli alcolici aumenteranno fino a 13 scellini al litro. Tra l’altro alcolici e superalcolici erano già stati sovratassati tra i 5 e i 20 scellini poco più di tre mesi fa. Dal 2015 il prezzo della birra è aumentato del 16%, quello del vino del 32% e quello dei superalcolici addirittura del 52%.
Il prezzo di un pacchetto di sigarette aumenterà di 3.20 scellini mentre l'acqua in bottiglia aumenterà di circa 3,5 scellini al litro.
La Kenya Association of Manufacturers (KAM) ha criticato il governo per la continua introduzione di politiche che aumentano il costi di produzione e distribuzione per le industrie locali.
Secondo un’indagine economica di quest’anno, il settore manufatturiero è tra quelli più colpiti dalla pandemia, con una crescita che dal 2,6% del 2019 è piombata all’uno per cento nel 2020.
Vi sono poi gli effetti collaterali: in aumento il contrabbando di sigarette illegali e la produzione artigianale di alcolici. Anche l’associazione Stop Crime Kenya ha lanciato l’allarme: il continuo aumento delle accise alimenterà il commercio illecito nel paese, commercio che costa al Kenya più di 150 miliardi di dollari all’anno in tasse perse e toglie allo Stato le risorse necessarie per servizi fondamentali, oltre a rafforzare imprese criminali e alimentare la corruzione.

TAGS: tasse kenyaaumenti kenyaprezzi kenyabenzina kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Da oggi la benzina, il diesel e il cherosene costano di più in...

LEGGI L'ARTICOLO

Tredici grandi catene alberghiere apriranno nei prossimi cinque anni in Kenya.
Secondo un rapporto di “Hotel Outlook”, pubblicato dall’agenzia di consulenza PwC, entro il 2021 il Paese, e soprattutto Nairobi, disporrà di 2400 nuove camere.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’aumento esponenziale dell’inflazione dall’inizio dell’anno in Kenya ha portato ad un’anarchia dei prezzi dei...

LEGGI L'ARTICOLO

Una buona notizia per gli automobilisti e i trasporti in Kenya.
Il prezzo della benzina è tornato sotto i 100 scellini al litro (poco meno di un euro).
La decisione è maturata dopo che la Commissione per la regolamentazione dell'energia (ERC)...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il razionamento di carburante in Kenya sta causando mancanze in particolare di gasolio e cherosene nelle...

LEGGI L'ARTICOLO

L’emergenza carburante in Kenya che ha creato parecchi disagi in tutto il paese, tra razionamento, distributori...

LEGGI L'ARTICOLO

Nel futuro prossimo i Tuk Tuk a benzina vecchio stile spariranno da Malindi e dalla costa keniota. Iniziative, spostamento del mercato e regolamentazioni da più parti nella società keniana portano in questa direzione.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da una settimana in Kenya non si fa che parlare dell'aumento del prezzo della benzina deciso dal Governo del Kenya o, meglio, l'aumento a cui sono stati costretti i benzinai dopo la nuova tassa del 16 per cento su ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Effetto Coronavirus ma non solo, fatto sta che lo Scellino Keniota ha toccato i minimi ...

LEGGI L'ARTICOLO

Ne avevamo annunciato pochi giorni fa la possibilità, oggi è ufficiale: il Kenya è alle prese con una...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha firmato nei giorni scorsi il bilancio per l'anno 2018 e di fatto dato via al nuovo anno finanziario.
Tra le nuove tasse introdotte (fortunatamente l'accisa del 16% sulla benzina è stata dimezzata, grazie...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per essere in regola nell'ospitare a pagamento turisti nella propria casa in Kenya, o per affittarla a terzi, bisogna OBBLIGATORIAMENTE seguire questo iter:

LEGGI QUI L'ITER DA SEGUIRE

Sarà la più importante azienda cinese di connettività a dare internet veloce tramite fibre ottiche a tutto il Kenya.
L'accordo è stato siglato da

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un treno che trasportava carburante si è ribaltato rovesciando migliaia di litri di benzina super, di cui una parte nell'Oceano Indiano nei pressi dell'isola di Mombasa.
I trasporti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da Embu a Malindi, da Kisumu a Garissa la psicosi di restare senza carburante ha posseduto i keniani come...

LEGGI L'ARTICOLO

L’emergenza carburante in Kenya non è ancora terminata. Il razionamento continua ma nuovi rifornimenti a...

LEGGI L'ARTICOLO