Ultime notizie

CRONACA

Omicidio di Watamu, 20 anni al basista della banda

Dopo 3 anni di processo, prima condanna per la morte di Rita Fossaceca

13-06-2019 di redazione

Fredrick Karisa Charo lavorava nell’abitazione affittata dal medico italiano Rita Fossaceca, volontario dell’associazione “For life Onlus”, uccisa a Watamu durante una rapina la sera prima di tornare in Italia, il 28 novembre 2015.
Dopo oltre tre anni di processo Charo è stato condannato a 20 anni di prigione in quanto riconosciuto come basista della banda che organizzò la rapina finita fortuitamente in tragedia, dopo che la donna aveva cercato di difendersi.
Ora l'uomo si trova nel carcere di Malindi e l’aggravante della sua pena è che durante il processo non ha mai fatto i nomi dei suoi complici che ancora oggi non sono stati individuati. Con lui è stata condannata solo un’altra persona, Kelvin Garacha Opiyo, sospettata di essere un altro componente della banda, ma nei suoi confronti non sono emerse prove certe e alla fine i giudici lo hanno condannato solo per il reato di resistenza alle forze dell’ordine al momento dell’arresto (gli è stata inflitta una multa equivalente a circa 200 euro o in alternativa, qualora non provveda al pagamento, ad un anno di reclusione).
Soddisfazione per questo primo importante passo verso la giustizi da parte degli avvocati di Italia e Kenya, Giulia Lozzi e Tukero Ole Kina.
“Siamo per ora soddisfatti perché si è arrivati ad una prima verità accertata – hanno commentato gli avvocati - Attendiamo di leggere le motivazioni di questa sentenza, ma ovviamente continuiamo a sperare che si lavori ancora per arrivare ad individuare tutti i componenti della banda, compreso l’esecutore materiale dell’omicidio. Un particolare ringraziamento va al Corpo Diplomatico italiano e keniota, ed in special modo al Console Onorario Ivan del Prete, per la collaborazione e la vicinanza prestata in questi anni”.
Originaria di Trivento, in Molise, Rita Fossaceca viveva e lavorava a Novara, ma da anni si recava in Africa, nel piccolo villaggio di Mijomboni, come volontaria per occuparsi dei bambini orfani. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella due anni fa ha conferito alla dottoressa la Medaglia d’oro al valore civile mentre il mese scorso la comunità di Trivento ha intitolato a lei il poliambulatorio del paese.

TAGS: omicidio kenyaomicidio watamufossaceca

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Omicidio o tragica fatalità?
E' ancora avvolta nel mistero la morte a Malindi di Jacinta Njoki, proprietaria del locale Uk Lounge Club, disco-pub molto frequentato appena fuori Malindi, sulla strada che porta a Mombasa, all'altezza del villaggio di Msabaha.
La donna...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ il 19 settembre del 2018, il ventisettenne Joseph Irungu, aitante giovanotto molto noto negli ambienti...

LEGGI L'ARTICOLO

Continuiamo a dirlo: vita durissima da un po' di tempo a questa parte per i latitanti italiani in Kenya: la collaborazione tra le due polizie, tra le magistrature e tra i Ministeri degli Esteri sta portando ad un lavoro di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Spesso quando in Kenya si vive in una casa privata, specie se in una zona poco frequentata e un po' lontana dal viavai delle zone turistiche, bisognerebbe aumentare la sicurezza. Le statistiche parlano chiaro: le (ancora poche, per fortuna, ma...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo keniano Najib Balala ha chiesto subito più sicurezza a Watamu e nelle località turistiche, in vista dell'alta stagione. La tragica fine del medico italiano Rita Fossaceca durante una rapina finita nel peggiore dei modi, ha messo...

LEGGI TUTTO

Dalla prossima settimana, il governo keniano ha annunciato il setacciamento di tutte le...

LEGGI L'ARTICOLO

Mai più in Kenya viaggiatori stranieri, di qualsiasi nazionalità, che siano coinvolti in processi o...

LEGGI L'ARTICOLO

Si è chiuso con la condanna all’ergastolo di due dei tre autori dell’omicidio della pensionata ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo più di nove mesi dall’inizio delle indagini e dal suo arresto, finalmente la Procura della Repubblica del...

LEGGI L'ARTICOLO

Elezioni in Kenya, dopo mesi di parole, tensioni, congetture e proclami mediatici, eccoci arrivati alla vigilia.
Tra centinaia di comizi, raduni, manifestazioni ed incontri, senza nemmeno un ferito grave e con poche scaramucce in tutto il Paese, e con l'unica...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Esattamente cinquant’anni fa, il 5 luglio 1969, il Kenya perdeva in...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono passati ben undici mesi da quando nella foresta di Shakahola, una settantina di chilometri all’interno...

LEGGI L'ARTICOLO

Nella giornata di ieri il Presidente del Kenya Willian Ruto ha ufficialmente varato il suo primo governo. Lo...

LEGGI L'ARTICOLO

Immaginate l’espressione di sconcerto e stupore della signora Zahara ...

LEGGI TUTTA LA STORIA

NON VADO PIU’ A MALINDI perché c’è l’Ebola in Sierra Leone
NON VADO PIU’ A MALINDI perché c’è il fermo pesca in Giappone 
NON VADO PIU’ A MALINDI perché in Botswana un contadino si è tagliato un dito ed è...

LEGGI TUTTO

Dice il profano che in Kenya una Pasqua vale l’altra, che come sempre il sole sorge alle ...

LEGGI LA SATIRA DI FREDDIE